Menu Chiudi

Ubuntu Edgy molto più leggera di Dapper

Non so se avete già provato Edgy, la nuova Ubuntu che esce tra un paio di settimane. Io sì, ma giusto per provare i nuovi driver nVidia + Compiz.

Devo dire che non ho impressioni degne di essere trascritte qui. Tutto bene, funziona, upstart è veloce ma non mi ha provocato nessun brivido di piacere (forse dovrei dire: “meno male”). Forse è GNOME che dall’ultima versione ha compiuto ancora meno progressi del solito, limitandosi ad eliminare caratteristiche

C’è da ammettere però che gli hacker di GNOME si fanno perdonare le mancate caratteristiche e le mutilazioni varie con un serissimo lavoro di ottimizzazione, che magari non si vede, ma si sente… soprattutto in PC con poca RAM e soprattutto in confronto alla pesantezza di Dapper.

In questo post Ben Maurer riporta alcuni numeri sull’uso di Ram da parte di Edgy. Beh risulta che siamo passati dai circa 120MB di una sessione “pulita” di GNOME di qualche tempo fa a circa 80MB di una attuale!

Bel progresso eh?

15 commenti

  1. alexxx

    Sto facendo girare edgy su un’altra partizione, e voglio aspettare prima di fare il dist-upgrade di dapper, sapendo che ci possono essere delle noie. Comunque il fatto della leggerezza di gnome è la prima cosa che balza agli occhi, così come quello che tutto sembra molto ben integrato. Utilizzare edgy, anche se è ancora una beta, è veramente un piacere, sembra che tutto funzioni come dovrebbe (anche se su launchpad ci sono ancora migliaia di bug aperti, tre o quattro li ho segnalati io stesso, ma solamente qualche centinaio si riferiscono ad una installazione normale). Comunque neanche a me piace che abbiano ridotto il numero di icone per i cd, ma a quanto pare serve per rispettare lo standard di freedesktop. Comunque mi piacerebbe segnalare un paio di idee per quelli di gnome, ma non ho capito bene come fare. Infatti pare che serva una pre-approvazione da parte di qualcuno che faccia parte di qualche team. Felipe, puoi chiarirmi la situazione?

    x C. Silenzi. Ho letto da qualche parte che MS vuole mettere vista sui sistemi embedded, tipo WMC. A parte il fatto che Vista succhia già di suo un sacco di ram, anche senza aero, e questo fa già ridere, ma penso che alla fine il MC sia stato un falllimento. Io non ne ho visto neanche uno in nessuna casa. Infatti ad una frazione del prezzo ci sono i registratori dvd.

  2. Christian Silenzi

    @davide: aero, la nuova interfaccia grafica di windows vista. Per farla andare a pieno con tutti gli effettini grafici necessita di un mare di ram (si parlava di 500 mega, ditemi se sbaglio).

    @alexxx: linka che voglio ridere :D

  3. loopback

    alexxx, l’autore dello standard freedesktop al quale fai riferiemento e’ anche il maintainer del tema di icone usato da GNOME, quindi poteva anche trovare una via di mezzo tra la semplificazione selvaggia che ha apportato e la situazione precedente, che capisco fosse difficile da gestire.
    Per proporre suggerimenti non occorre nessuna approvazione preventiva. Semplicemente creati un account su bugzilla.gnome.org e poi crea un bugreport marcandolo nel campo “severity” come “enhancement”. Se poi prepari anche qualche mockup di come apparira’ la nuova funzionalita’ all’interno del desktop tanto meglio. E se prepari anche una patch che implementa effettivamente il tuo suggerimento e’ il massimo (occhio che non e’ detto che venga accettata, neh…). Se il tuo bugreport non riceve le docute attenzioni “rompi le palle” in mainera educata su irc (#gnome-love o #bugs o il canale dedicato al modulo che vuoi modificare)

  4. alexxx

    @ C. Silenzi.
    http://www.extremetech.com/article2/0,1697,1894297,00.asp
    http://www.mondoxbox.com/news/6497/vista-media-center-provato-su-xbox-360.html
    Ma avevo visto su un blog questa notizia, ma non ricordo, forse era su doxaliber o un altro, adesso non ricordo. Per quanto riguarda l’xbox 360, comunque contando l’add-on del drive hd-dvd (o qualcosa del genere) e il media center visto nel secondo link, il prezzo sarà doppio di una PS3! Sembra funzionare bene, ma non è proprio un sistema embedded, come TiVo :-D

    @ loopback, grazie per la dritta, lo farò, ma mi riferivo alla wishlist che riguarda la release 2.18, che ha scadenza il 18 ottobre.
    http://live.gnome.org/GnomeWeb/Goals

  5. antelope

    Salve a tutti, una cosa che non mi è mai piaciuta molto in Dapper è che Gnome mette un’icona sul desktop anche per le partizioni dei dischi VFAT (e forse NTFS? Non ho mai provato). Sinceramente non capisco che senso abbia, si tratta pur sempre di dischi avvitati dentro allo chassis, e credo che le icone sul desktop dovrebbero dovrebbero essere riservate ai volumi rimovibili.
    Sapete se c’è qualche novità a questo riguardo in Edgy? E altrimenti come ci si potrebbe educatamente lamentare? :-)

  6. Dzamir

    Dovevo giusto provare ad installare Ubuntu sul pc della mia ragazza visto che XP gli va lentissimo, e mi sa che la tua guida mi risulterà molto utile, visto che si tratta di un Pentium III 800 mhz con 128 MB di Ram… O_o
    Secondo te gira??
    Comunque comlimentoni per il blog!! :D

  7. felipe

    Ubuntu, ma più che altro GNOME (+app varie), avrà problemi con soli 128MB.

    potresti usare Xubuntu, che installa XFCE come interfaccia grafica: molto più leggera sulla ram ma anche molto meno bello secondo me :)

  8. felipe

    @maus:
    non ho detto “meno bello”, ho detto “molto meno bello” :D

    vabbè dai, sono gusti miei personali e quindi discutibilissimi… e cmq l’importante è essere belli e leggeri dentro :D

  9. Ato

    Bisogna ricordare il fatto che per edgy hanno avuto molto meno tempo considerando il ritardo che ha avuto dapper. ;)

  10. orion91

    Bhe effettivamente se viene rispettata l’attuale data di uscita a fine ottobre saranno passati meno di 6 mesi dalla dapper come è consuetudine. Alla fine con la dapper è stato fatto un grande lavoro e questa edgy non è altro che un affinamento. Anche se l’introduzione di upstart non mi sembra da sottovalutare sinceramente.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Vai alla barra degli strumenti