Site icon pollycoke :)

GPLv3: Ma tu prima promettimi che dirai di sì!

Sicuramente avete presente quel tipo di sciocche pretese… volere una risposta ad una domanda non ancora posta è un tipico comportamento adolescenziale. Beh, ma non è per caso quello che stiamo facendo con la GPLv3 nei confronti di Linus?

First off, I don’t even know what the GPLv3 will look like. I would be totally crazy to accept a license for my code sight unseen.

Prima di tutto, non so nemmeno come sarà la GPLv3. Sarei completamente pazzo ad accettare una licenza per il mio codice senza averla mai vista. (T.d.felipe)

Effettivamente, vogliamo aspettare che venga data al pubblico? Allora sarà oggettivamente il tempo di chiedere e di valutare. In ogni caso sembra che non siamo più tanto lontani dal rilascio di questa ormai famigerata GPLv3, che promette già da adesso polemiche molto accese…


C’è chi spergiura dando per certo che Linus e gli sviluppatori del kernel non accetteranno mai di passare alla nuova versione della licenza-simbolo della nostra comunità, così come molta gente è sicura del contrario e non vede l’ora di godersi lo spettacolo dei cambiamenti che una cosa del genere potrebbe portare.

Si è ormai esplicitamente paventata l’ipotesi che questa versione GPL invalidi in modo espresso e diretto il non-più-recente accordo tra micro$oft e Novell, così come altre situazioni e casi limite. Si cerca – come al solito – di tutelare gli stessi principi sui quali l’intero movimento del software libero si basa.

C’è chi parla di “estremismi” senza avere idea di cosa sia un estremismo e senza ovviamente intendere l’importanza “storica” che per noi ha avuto la GPL. Certo, ci sono altre licenze più appetibili a molti, ci sono licenze alternative create appositamente per aggirare qualche limitazione della GPL, ma – come dice Linus – la terza versione non è ancora uscita, e nessuno può essere certo della bozza finale.

Beh. In realtà c’è chi la pensa in maniera leggermente diversa… Immagino abbiate già intuito. Quando si parla di qualcuno che vuole “remare contro” istintivamente pensiamo all’azienda che ha stretto il proverbiale patto con il diavolo ™…

Ebbene sì, Novell, il migliore alleato del nostro nemico pubblico #1 ha praticamente fatto passare un messaggio ridicolo e al tempo stesso scandaloso, per bocca del suo direttore del settore Marketing, Justin Steinman. Costui, immaginate un tono di voce simile a quello di Marlon Brando nel Padrino, afferma:

I do want to tell you that Novell is a significant financial contributor to the Free Software Foundation, as are all of the leading Linux distributors around the world… As part of that, we are one of the vendors on Committee B of the GPL v3 development community. … We have lawyers in the room contributing to the GPL v3 draft process, so we are in active discussions with Eben Moglen and other members of the FSF around what GPL v3 will look like. I want to make it extremely clear that Novell is committed to our Microsoft agreement, and we’re committed to helping develop a version of the GPL that enables that agreement to continue.

Voglio dirvi che Novell è un contribuente finanziario importante per la Free Software Foundation, così come i principali distributori di Linux in tutto il mondo… Grazie a ciò, siamo uno dei rivenditori nella comunità di sviluppo della GPLv3. … Abbiamo avvocati lì che stanno contribuendo alla bozza della GPLv3, quindi siamo in una discussione attiva con Eben Moglen e altri membri della FSF riguardo a come sarà la GPLv3. Voglio che sia estremamente chiaro che Novell crede nel nostro accordo con micro$soft, e aiutiamo a sviluppare una versione della GPL che permetta a quell’accordo di continuare. (T.d.felipe)

Grassetto mio. Prendetela a ridere perché non c’è molto altro da fare. Ovviamente è arrivata secca la smentita ufficiale della FSF, i diretti interessati, tramite Peter Brown:

Grassetto mio. Non capisco come i dirigenti Novell possano guardarsi allo specchio senza scoppiare in lacrime: sono pubblicamente smentiti, derisi, additati e in genere etichettati come VENDUTI da tutti. I soldi ricevuti da M$ devono di certo essere un’ottima cura in tal senso.

L’ultima condanna nei loro confronti è arrivata niente meno che da Bruce Perens, una delle voci storiche della nostra comunità, che ha pubblicamente bocciato Novell su tutta la linea, proprio in concomitanza con una conferenza tenuta da Novell in questi giorni…

E allora, a costo di sembrare un adolescente anche io… faccio simbolicamente un appello a Linus: la GPLv3 non è ancora pronta, aspettiamo come sarà, ok… ma tu prima promettimi che dirai di sì!

Vai alla barra degli strumenti