Site icon pollycoke :)

E adesso, tutti a dipingere con Krita

Ecco un assaggio di cosa riesce a creare il nuovissimo “paint mixer” di Krita:


Notate come miscelando blu e giallo si ottenga il verde :)

Notevole, eh? Vorrei segnalare che dietro questa tecnologia ci sono anche due italiani: Emanuele Tamponi e Paolo Capriotti (sorry non sono riuscito a trovare delle pagine da linkare). A loro va il nostro grazie!


Il post originale di Boudewijn Rempt da cui ho tratto la splendida immagine (sembrano quasi colori ad olio!) mette anche a paragone l’implementazione di Krita con quella impiegata in …niente meno che Corel Painter:

Si sostiene/ipotizza¹ che in Corel Painter venga fatta una semplice addizione dei valori CMYK, che fa degenerare il mix velocemente verso il marrone, mentre nel paint mixer di Krita sarebbe coinvolta “molta matematica“, per citare Boudewijn ;)

Krita fa parte della suite Koffice, ed è un’app di disegno e fotoritocco che sta raggiungendo livelli di qualità impensabili fino a qualche tempo fa:


La comoda interfaccia di Krita. Sì, è in un’unica finestra ;)

Le caratteristiche offerte da questa interessante applicazione sono ormai veramente tante, da non temere confronti con “concorrenti” liberi o proprietari, a partire dal sospirato supporto al CMYK². Ah, e da oggi Krita è ufficialmente un progetto che seguo, aspettatevi aggiornamenti :)
In attesa di Koffice2!


[¹] Visto che Corel Painter è codice chiuso non si può fare molto altro…
[²] Che, mi dicono, prima o poi arriverà anche in GIMP

Vai alla barra degli strumenti