Site icon pollycoke :)

Monitorare processi con Htop… potevo pensarci prima

htop - pollycoke :)


Ho letto di questo htop parecchie volte da gente che lo consigliava con toni entusiasti, ma mi sono sempre limitato ad annuire con la testa e passare oltre, rimanendo fedele al buon vecchio e semplice top. In casi come questo mi sento sempre particolarmente legato alla prudente saggezza popolare del «Chi lascia il vecchio per il nuovo, male si truovo ».1

Top?

Innanzitutto: perché scrivo di top, un software per niente pornografico? Beh, usando tenacemente un desktop instabile, non ufficialmente rilasciato e compilato direttamente dal deposito svn come succede a me con KDE 4.2+svn, sono molto spesso portato a controllare quale processo sta abusando di Ram o CPU. In passato (ai tempi della 4.0+svn) mostrava spesso picchi di uso al 100% anche senza fare niente, per la cronaca, sempre a causa di KWin, che però adesso funziona a meraviglia, Nvidia permettendo.


Il buon vecchio e un po’ triste top
Top, potete ammirarlo qui sopra, fa esattamente questo. Consente di monitorare tutti i processi in esecuzione per capire quale di essi stia utilizzando quali risorse e dunque risultando utile per scovare anomalie. Il mio utilizzo sulla mia box è limitato al monitoraggio dei software instabili che ho il vizio di installare e provare, ma ad esempio sul server che ospita pollycoke, top è uno strumento indispensabile per tenere sotto controllo la mole di vostre richieste a mysql e apache :)
Sapevo però da tempo dell’esistenza di un progetto creato per superare alcune limitazioni di top…

Htop!

Oggi mi sono alzato molto presto, ho consumato una colazione frugale in compagnia di un passero a quel punto non più solitario, ho educatamente espulso alcune impurità residue dal mio corpo e infine sono stato a lungo indeciso se accorciare la barba, che porto corta un po’ anche per accontentare Crudi2 .
Mentre mi fissavo allo specchio, nudo tranne che per lo spazzolino da denti, cercando di decidere se non fosse meglio radermi del tutto, mi sono detto a voce alta: «A proposito, adesso installo htop». Non so esattamente a proposito di cosa, ma devo dire che pronunciare a voce alta la parola «htop» la mattina presto aiuta anche ad espettorare.

$: sudo apt-get install htop

Che bello, non bisogna compilare niente! Per avviare l’applicazione basta (a gran sorpresa) dare il comando:

$: htop

Ciò vi mostrerà una schermata di cui è impossibile non riconoscere funzionalità e disposizione già dalla prima occhiata, tanto somiglia a top. La somiglianza però finisce qui, dal momento che htop si basa su ncurses e quindi supporta l’interazione con il mouse e la tastiera in modo da permettere di:

Interessante, no? Mi permetto in particolare di sottolineare il primo punto: si può scorrere la lista dei processi! Oltre a ciò, htop si avvia più in fretta di top e per finire mostra l’uso delle risorse di sistema (CPU, Ram, Swap) con un chiaro grafico colorato.
Se vi piace e pensate di tenerlo, potete decidere di utilizzare htop al posto del classico top. Purtroppo non esiste una voce in /etc/alternatives per commutare da top ad htop (gli admin Debian più hardcore mi capiranno), ma possiamo sempre aggiungere un semplice alias al nostro bashrc:

$: echo "alias top='htop'" >> ~/.bashrc
$: source ~/.bashrc

D’ora in poi potrete avviare htop digitando il solito comando top, così senza il bisogno di richiamarlo esplicitamente sarete sicuri di non dimenticarvene. Insomma, cosa volete di più dalla shell?! Niente, visto che avete più del top!3 :D
Beh, suppongo che questo faccia di me l’ennesimo ammiratore di htop. Un po’ in ritardo, ma ci sono arrivato anche io :)

Note all'articolo

  1. Uhm… eppure mi ricordavo che facesse rima… boh []
  2. Non ho ancora deciso se «stai bene con la barba» è una frase che mi fa piacere sentirmi dire -.- []
  3. Scusate -.- []
Vai alla barra degli strumenti