Menu Chiudi

Le “universal apps” in KDE (no, non è quello)

Chiunque legga la parola “universal apps” e abbia un po’ di confidenza con sistemi operativi altri, associa subito la definizione con dei pacchetti che contengono molteplici versioni della stessa applicazione, ad esempio per differenti architetture. Leggo che in Pardus1 esiste qualcosa del genere… ma completamente differente!

Particolari esigenze della versione Corporate di Pardus richiedono di poter utilizzare applicazioni d’amministrazione scritte per le librerie di KDE 4, all’interno di un ambiente KDE 3. La soluzione trovata, a base di Python e chiamata PDS (Pardus Desktop Services), permette di utilizzare le KDELibs 4 quando le applicazioni vengono lanciate in una sessione KDE 4, e invece di dipendere esclusivamente dalle Qt in qualsiasi altra evenienza, anche in caso di sessioni non KDE.

Trovo che sia un’idea molto interessante se la limitiamo al caso d’uso di Pardus, e ancora di più se pensiamo che in maniera analoga si potrebbero creare veri pacchetti universali.

Note all'articolo

  1. Interessante distribuzione turca basata su KDE e fortemente incentrata su Python []

2 commenti

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Vai alla barra degli strumenti