Menu Chiudi

Microsoft: OEM vuoi risparmiare? Aiutami a vendere Office

Simpatica iniziativa di Microsoft che ci permette di colorire di buon umore la giornata.
Per una volta tanto Microsoft non assume quella faccia di avido monopolista che tutti i cantinari1 gli attribuiscono. Questa volta Microsoft va incontro alle esigenze dei poveri distributori di PC, gli OEM che per loro capriccio continuano a voler inserire Microsoft Office nei loro pacchetti, pagando $5 una licenza che poi al consumatore costerà decine di volte tanto.
Ecco cosa ha pensato di fare Microsoft: gli OEM adesso potranno avere un consistente sconto e pagare solo $2 a licenza ma – in cambio – nei PC che ci vendono dovranno preinstallare anche MS Messenger, MS Mail, MS Writer, MS Photo Gallery, MS Movie Maker, MS Family Safety, MS Sync e come ciliegina finale anche la Bing Bar2! In questo modo l’utente sarà spinto da tutte le parti a passare alla versione completa di Office 2010. ZDNet ha provato a chiedere conto di questa politica ma purtroppo da parte di Microsoft è arrivato un secco rifiuto a discuterne i dettagli.
Non è un’iniziativa simpatica? :)

Note all'articolo

  1. Nonchè estremisti, fanboi, comunisti, anti-progresso e in generale “diversi” []
  2. Dovremo chiedere un ballot per tutte queste applicazioni? Non è meglio un ballot per il fottutissimo sistema operativo a sto punto? []

0 commenti

  1. artic80

    Simpaticissima!!!! Grande BI(n)G BILL GATES, ma secondo me non dormi la notte per riuscire a tirare ‘ste idee dal cappello!!!!

  2. aytin

    “Dovremo chiedere un ballot per tutte queste applicazioni? Non è meglio un ballot per il fottutissimo sistema operativo a sto punto”
    Sacrosanto

      • Alessandro

        Mah, non mi pare questo il caso. I produttori di computer che decidono di preinstallare Windows sui loro computer non sono mica obbligati a metterci anche Office.

    • Goozer

      Abuso di posizione dominante. È come se la FIAT (nel caso fosse la maggiore azienda produttrice di macchine) decidesse di fare i pedali in modo che possano essere premuti solo con delle scarpe che vende lei stessa, a prezzi irragionevolmente alti.
      Si, so che il paragone è abbastanza esagerato, ma rende l’idea.

  3. nicomede

    mica ho capito… gli OEM prima pagavano 5$ per poter installare MS Office? in che versione? trial suppongo… costo che poi ricadeva sugli acquirenti dei computer….
    Ora possono pagare 2$ ma devono installare l’impossibile?
    Non capisco il meccanismo “paga per poter pubblicizzare il mio prodotto”, gli OEM dovrebbero essere incentivati a farlo, dover pagare per farlo non è esattamente un incentivo…

    • PatrisX

      Quoto. Abbiamo capito male? sarebbe utile avere chairimenti sulle versioni installate. Avevo letto che MS aveva intenzione di dare invece del solito pacchetto (che non ricordo come si chiama, pardon) con editor di testo, visualizzatore ppt ecc, quando si compra un pc, una versione base di office 2010.
      Comunque io produttore di pc installo il tuo software in versione trial facendoti pubblicità e ti devo dare pure qualcosa?
      Da sempre quando si compra un portatile ci si ritrova già preinstallato una montagna di software indesiderato e/o in versione prova: antivirus, nero o chi per lui, MS office, steam, programmi sconosciuti che non si sa a che cavolo servono, ecc ecc, adesso ci aggiungono pure sta merda! (si può scrivere merda su pollycoke?)
      Lasciando perdere per un attimo linux e il free software. Ma sono l’unico che dovendo acquistare un notebook con windows l’unica cosa che vuole trovarci sopra è l’OS (nudo) e i driver?
      Mio fratello poco tempo fa ha preso un portatile dell ed io ho speso ore a cercare in rete per ogni programma e programmino del caxxo, cosa facesse, a cosa servisse e a disinstallarlo. la cosa bella è che visto che i notebook (spesso) hanno un’immagine dell’OS in una partizione nascosta, se reinstalli il sistema ti ritrovi punto a capo.

      • nicomede

        il punto fondamentale è che alla fine siamo costretti a pagare, oltre al sistema operativo, anche le versioni trial by MS. E magari anche i trial degli altri sw? Perchè è chiaro che il costo finale poi ricade sull’acquirente finale…

      • Daniele

        Ma spiegatemi una cosa: l’oem paga 2$ per installare office, l’utente ne paga 80$ (cifra a caso, non sò quanto costa): i soldi dell’utente vanno nelle tasche di microsoft o del’oem?
        Perchè se io oem, oltre che perdere tempo a installare windows e i vari componenti devo pure pagare per farlo, non capisco perchè gli oem non comincino davvero a proporre linux

  4. TeoLinuX

    porco due ma con tutta quella merda, mi fanno pure pagare il sistema operativo?
    cioè: io se mi prendo un notebook non scappo dall’acquisto del loro OS… e non solo devo farmi un dual boot (metti che io voglia collegare un tomtom o giocare o qualcosa con cui linux ancora non funziona)… ma devo pure farmi 3 ore di pulizia di tutta la merda con cui impestano l’OS????
    ho scelto il giorno sbagliato per smettere di sniffare colla!

  5. Valerio

    E’ una proposta, possono benissimo rifiutarla. Che c’è di scandaloso? Se non vogliono, non accettano. Più che il paragone col pedale, direi più che è come se ti proponessero di comprare un’auto a meno prezzo, a patto che compri le gomme dalla casa produttrice :O

    • Nedanfor

      Errato. Tu sei un venditore d’auto. Ti danno l’auto a metà del prezzo se ci butti sopra 3000 bollini (perché tali sono) con scritto ‘Microsoft’ o, se vuoi il paragone automobilistico, ‘FIAT’. Appena accendi la macchina il lettore CD comincia a scrivere FIAT, il cruscotto ha scritto FIAT, le ruote hanno scritto FIAT, ovunque tu guardi leggi ‘FIAT’. Tu vai dal cliente e gli dici ‘Ehi, ti vendo questa macchina a solo ${Prezzo_maggiorato}, figurati, ci ho già messo il pacchetto FIAT Essentials Plus Powah Chefigata!’. L’utente abbocca e tu ci fai i soldi, mentre la FIAT farà i soldi sul pirla di turno che si comprerà lo Stereo Plus Plus a pagamento.
      Per fare un paragone più azzeccato, se la MS fosse un’associazione mafiosa gli OEM sarebbero un po’ come dei picciotti o dei boss locali.

      • Valerio

        E non sarebbe lecito? Il PC è del produttore e decide lui come gestirlo. Se non lo vuoi, non lo compri o_O

        • nomenomen

          Il piano di Microsoft è molto semplice: Usa il suo prodotto più diffuso (Windows) per installare sui computer altri prodotti la cui posizione di mercato è meno solida, allo scopo di migliorarla.
          E’ già successo con Internet Explorer e finirà alla stessa maniera. Però la caparbietà di Ms mi stupisce.

          • TheDarkMaster

            a me non stupisce per nulla, sono tecniche di diffusione scorrette e lo sono sempre state, abuso di posizione dominante appunto, cavallo vincente non si lascia, ti pare?

        • Panepinto

          Purtroppo non è così semplice… Il 90% degli utenti COMUNI (nb non sto parlando di appassionati) non è nemmeno lontanamente consapevole che puoi utilizzare/installare sul tuo pc qualcosa che non sia Windows & Office & Intermerd Explorer & Msn & troiate varie suddette.
          Se poi adesso il lavaggio del cervello si fa anche più serrato, la già terribile attuale situazione di cane-(M$-fanboy)-che-si-morde-la-coda potrebbe essere senza via d’uscita :)

        • Nedanfor

          A livello etico è scorretto poiché vendi qualcosa senza dare delle informazioni basilari. È come se un idraulico ti facesse pagare un bullone 100 euro dicendoti che è un bullone bellissimo. Sostanzialmente chi vende e assembla i sistemi dovrebbe spiegare all’utente eventuali lock-in. Una volta che hai un contatto MSN non te ne liberi e al momento non ci sono vie di fuga… MS Office è in un circolo vizioso tra aziende e utenti. Inoltre ti dicono tanti nomi in inglese che significano veramente poco (Ultimeit Ediscion, Profescional Ediscion, PC Essenzials) e chi non ne capisce rimane fregato dal venditore, che fa tutto fuorché semplificarti la vita. Insomma, ripeto… Non offrire alternative e non mettere davanti ai pericoli e ai lati negativi di un prodotto è poco etico. Magari fai quei 30-40 euro di più con quel cliente, ma per me sei un ladro come se glieli avessi sfilati dalle tasche (se non peggio, proprio perché l’auto che gli hai venduto funziona solo con l’olio Microsoft, la benzina Microsoft e le gomme Microsoft, ma ancora non lo sa).

          • Valerio

            “Non offrire alternative”.
            Dove sta scritto che ora venderanno solo pc con office + merda varia? E’ una scelta. Dai, su, abbiamo capito che vi state arrampicando sugli specchi? ;)

          • scienzedellevanghe

            perché per il produttore del pc costa di meno. Se è stupido non ce li infila, ma se è stupido il produttore era già fallito.
            Il fornitore “unico” di sistemi operativi per pc ti fa pagare di più se non preinstalli tutti i suoi programmi. L’alternativa è fornire il sistema operativo senza una suite per ufficio commerciale ed aderente agli standard de facto.
            Se non ti rendi conto delle conseguenze e delle implicazioni vuol dire che non sai nulla del fallimento della netscape ne del macello che ha fatto l’antitrust per far togliere media player e internet explorer da windows.
            Credo che vogliano aggirare il problema stavolta dando la colpa ai produttori di pc… “sono stati loro”
            Il risultato non cambia

    • Amon Paike

      non credo sia cosi semplice la questione rifiuto… spesso i monopoli tendono a dettare legge, se non sei daccordo ti boicottano e tagliano fuori…(queste cose non si dicono ma si sanno)

  6. giowck

    si adesso tutti a dire che MS Office e gli altri prodotti microsoft sono delle schifezze…
    Secondo me office e movie maker sono prodotti abbastanza buoni.

    • Nedanfor

      Movie Maker? PiTiVi, Kdenlive e OpenShot, provali.
      MS Office? OpenOffice.org, provalo.
      MS = No multipiattaforma e formati proprietari, ergo con me perde in partenza perché io HO NECESSITÀ di piattaforme diverse di Windows e da formati diversi da quelli che vogliono loro. Poi, scusa la franchezza, ma con Movie Maker non ci farei manco un video da uppare su YouTube, è un software tarpato al 100%. MS Office può essere necessario a seconda dell’uso che ne fai (e a seconda di quanto sono stupidi i tuoi fornitori) ma se non ti servono quelle 3-4 funzioni in più è solo un giocattolo che paghi troppo. Insegnare alla gente ad usare quella roba lì significa costringerli in un lock-in, lo trovo eticamente sbagliato.

    • Daniele

      Sei tu che non hai capito il discorso: potrebbero anche essere i software migliori al mondo (e mi vien da ridere), è il COME cercano di venderli che è raccapricciante.

  7. Nedanfor

    Ah, guarda, conoscessi un negozio in Italia che fa OEM ascoltando la Microsoft! In genere si fan spedire i CD ufficiali solo per non scaricarseli via BitTorrent e poi crackano ogni singola cosa. Ti inzeppano il PC con 3000 prodotti crackati di cui a) non hai bisogno, b) ci sono alternative libere. Che senso ha mettere PowerDVD se con VLC nessuno ha mai avuto problemi? Ma poi ritrovare PowerDVD crackato anche sui netbook è meraviglioso! WinRAR? Ci sarebbe 7Zip… Ti installano Adobe Acrobat quando Evince pesa neppure la metà… Poi se ti lamenti delle prestazioni ti dicono di cambiare hardware. Dimenticavo: tutta la suite Office crackata (inclusi quei programmi INUTILI tipo FrontPage o Publisher) e antivirus (anche quello crackato, c’erano dubbi?). Dopo tutto ciò, neppure installassero Firefox o un browser decente. No. Lasciano IE. Questo servizio da me ha un prezzo che si aggira tra i 25-30 e i 120 euro (ti dicono che hai un virus impossibile da rimuovere, quelle balle lì) e ti tengono fermo il PC per almeno 3-4 giorni (fino ad anche un mese, un mese e mezzo). Qualsiasi problema tu abbia, tranquillo! Ti troverai il PC formattato.
    Come faccio a saperlo? Ci ho lavorato e ho avuto esperienze per mezzo di terzi. Tutto questo per dire che in Italia gli OEM sono proprio come gli utenti: se qualcosa non è crackato non è buono. Tranne VLC, forse (eh, non per i DVD, ma per più o meno qualsiasi tipo di video, dato che non sono in grado di installare dei normalissimi codec). Se volete fare i ladri diventate punti vendita ufficiali Microsoft, altro che carriera in politica…

    • Daniele

      ma dici sul serio?
      se su un pc nuovo mi trovo del software craccato (ma che in fattura ho pagato) prima ti denuncio, poi ti brucio il negozio

      • Nedanfor

        Mica è il mio, io ho lavorato per. Inoltre gli utenti bene o male ne sono coscienti, si risparmiano il costo della licenza, non gli viene ingiustamente accreditato. Ci sono solo dei misteriosi soldi di manodopera extra. Son pratiche stranamente normali in Italia, me ne sono stupito io per primo quando ho iniziato a collaborare con qualche negozio per arrotondare un po’. Ah, i clienti che preferiscono più di tutti il crackato sono i Finanzieri, seguiti dai Carabinieri.

        • Daniele

          ah no ok se dici che l’utente lo sà, anzi a volte lo richiede proprio, è un’altro discorso; dal tuo commento sembrava che i negozi vendano pc con software craccati senza dire niente all’utente, anzi facendogli pagare la licenza.

          • Nedanfor

            È più facile che gli facciano pagare 120 euro di manodopera per ‘un virus difficile da rimuovere, forse bisogna anche formattare, non c’è modo di recuperare i dati’. In realtà aveva accettato per sbaglio il contratto telefonico di Fastweb. Tutto questo è successo ad una mia amica, ci ho messo 5 minuti per capire cos’è che non andava… Quindi furto per furto stiam messi male comunque. Non mi stupisco che ci siano poche persone anziane che provano ad avvicinarsi all’informatica…

          • Daniele

            Guarda, io ho avuto esperienze totalmente diverse, dove vado io non mi hanno mai fatto numeri del genere

  8. lorenzo

    ah, ed ecco spiegato perchè gli hd sono sempre più capienti…
    mi sembra una politica aziendale corretta: basta che il tutto giri sotto linux e lo prendo subito :-)

  9. Alessandro

    Movie Maker? PiTiVi, Kdenlive e OpenShot, provali.
    MS Office? OpenOffice.org, provalo.

    Quando leggo frasi come questa mi viene voglia di tornare a Windows ME (ma poi mi passa subito). Apprezzo e condivido la passione per il software libero, ma se c’è un prodotto in cui Microsoft è solida è proprio Office. OpenOffice, nonostante il marchio Oracle delle nuove versioni, resta un ottimo prodotto, ma non avete idea di quanta gente lavori esclusivamente con Excel, e non lo cambierebbe con nient’altro. Quanto agli editor video per Linux, almeno per ora, direi di lasciar perdere.

    • Nedanfor

      Quelli lineari non hanno nulla che gli manchi IMHO, quelli non lineari…
      http://www.editshare.com/index.php?option=com_wrapper&Itemid=208 <- parla da sé
      I video su Linux sono uno dei pezzi forti, ci lavorano quasi tutte le più grandi major cinematografiche, anche se grazie a loro estensioni proprietarie/programmi proprietari… Ma comunque una base di free-software c'è quasi sempre.
      Quanto ad OpenOffice.org, a quanti *serve* Excel da non poterlo sostituire? Mi vengono in mente pochi lavori che ne necessitano davvero così tanto e che non potrebbero usare Calc (o LaTeX, se hanno un po' più di mano). Di sicuro non serve alla maggior parte della gente, concorderai su questo, no? E allora non installiamolo forzatamente alla maggior parte della gente, che tanto se devi calcolare quanto spendi per le sigarette in un mese Excel puoi sostituirlo.
      È come il discorso PhotoShop vs GIMP… Se sei un tipografo non sempre (quasi mai, più che altro) puoi usare GIMP, se sei una casalinga o fai banner per cazzeggio puoi usarlo tranquillamente.
      Migliore è molto soggettivo, dipende tutto dall'uso che ne devi fare. Qui io ho la coscienza a posto se dico a qualcuno di provare qualcosa.

  10. EnricoG

    Quando Felipe parla di MS non riesce a non fare FUD… e’ piu’ forte di lui.
    Office Starter, che e’ quello di cui sta parlando senza dirlo chiaramente, e’ la versione “gratuita” di Office.
    Invece di farlo pagare all’utente finale, MS lo fa pagare all’OEM che poi eventualmente sceglie se vuole recuperare quei soldi sul cliente oppure se vuole usare la cosa come “offerta” al cliente per invogliarlo a prendere il suo prodotto e non quello della concorrenza.
    Questo per chiarire che la frase di Felipe “Questa volta Microsoft va incontro alle esigenze dei poveri distributori di PC, gli OEM che per loro capriccio continuano a voler inserire Microsoft Office nei loro pacchetti, pagando $5 una licenza che poi al consumatore costerà decine di volte tanto” e’ una pura menzogna.
    Inoltre si dimentica di dire che se l’utente decidesse di fare l’aggiornamento dalla versione Starter ad una delle versioni complete di Office, lo fa tramite l’OEM o un retailer… ovvero l’OEM ci guadagna dall’eventuale aggiornamento.
    La cosa piu’ comica che ho letto tra i commenti e’ che gli OEM sia “ricattati” e quindi costretti ad aderire a queste iniziative… peccato che queste iniziative siano una manna per gli OEM e non certo una vessazione.
    Sapete… il mondo non e’ necessariamente come ve lo create nella vostra testa ;)
    Poi MS dato che ha tolto da Windows tutta una serie di software che in passato erano presenti di default e li ha messi in un pacchetto che si chiama Windows Live Essentials, offre agli OEM uno sconto su Office Starter se allega il Live Essentials.
    Ora quele sarebbe “il danno” di questa promozione?
    La maggior parte degli utenti Windows VOGLIONO Office e VOGLIONO i software del Live Essentials, cosi’ gli viene risparmiata la fatica di scoprire come installarli.
    Non e’ che MS o gli OEM devono chiedere il permesso agli utenti Linux prima di decidere cosa preinstallare sui PC con Windows ;)
    Qualunque produttore di software puo’ proporre agli OEM la stessa cosa e infatti molti lo fanno. Google ad esempio aveva (non so se ce l’ha ancora) un accordo con Dell per cui sui Dell ti ritrovavi Google Desktop, la Google Bar e via dicendo.
    E poi ci sono tutti quelli che invece mettono software in trial.
    Adesso qualcuno vuole vietare a MS di poter fare quello che da sempre hanno fatto tutti? Ah si certo perche’ e’ in posizione dominante… ma LOL! Cosa c’entra la posizione dominante con la possibilita’ di proporre accordi con gli OEM? Adesso perche’ e’ in posizione dominante non puo’ piu’ fare alcun tipo di attivita’ di marketing? Ma per piacere!
    Per finire un commento su quest’altra perla di Felipe: “In questo modo l’utente sarà spinto da tutte le parti a passare alla versione completa di Office 2010”
    …nonostante tu pensi diversamente, l’utente non e’ necessariamente un cerebroleso che non sa cosa vuole… fattene una ragione, la gente usa Microsoft Office perche’ e’ contenta di usarlo… poi dico… uno come te che usa iTunes e l’ultimo sulla faccia della terra che puo’ mettersi su un piedistallo e giudicare con sprezzo chi vuole usare Office o chi pubblicizza Office :D

    • scienzedellevanghe

      “Invece di farlo pagare all’utente finale, MS lo fa pagare all’OEM ..”
      lo stesso vale per il sistema operativo, ovvio che poi la l’oem da qualche parte i soldi li dovrà riprendere, ed è altrettanto ovvio che le pere che compri al supermercato ti costeranno più di quanto il supermercato le ha pagate al contadino. Ma fin qui non è colpa di nessuno.
      “peccato che queste iniziative siano una manna per gli OEM…”
      Certo che sono una manna: pagano di meno. Io ti do qualcosa tu mi dai qualcosa. Che poi lo si chiami ricatto, mazzetta o libero mercato cambia il punto di vista ma non il succo. L’OEM si ritrova in tasca 3$ in più, poco conta se sia stato uno sconto o se il tutto fosse arrivato chiuso in una busta anonima.
      “La maggior parte degli utenti Windows VOGLIONO Office e VOGLIONO i software del Live Essentials”
      Frena: su office siamo d’accordo, su live essential no, puoi dire quello che ti pare ma non che è fatto per rendere felice l’utente.
      Compro un computer e lo trovo già pieno di programmi che non so a che servono. Magari faccio doppio click su una foto e mi si apre photo gallery… e finisco per usarlo al posto dell’anteprima nonostante sia pesantuccio per il lavoro che fa.
      Poi tu spiegami cosa se ne fa l’utente medio di windows con writer e di movie maker? Anche Mail è inutile visto che è più semplice usare la webmail che non configurare il client. Family Safety è utile ma esistono molte alternative, quanti utenti andrebbero a disinstallarlo in favore di un concorrente? Non l’utente medio che lascerà i programmi che ha perché è più semplice. A me sembra la stessa situazione di internet explorer, con la differenza che adesso fanno fare il “lavoro sporco” agli oem pagandoli con degli sconti.
      Sarei d’accordo se mettessero una sorta di ballot screen che ti chiede quali programmi l’utente vuole. Invece no, preinstallano che ti piaccia o no.
      “uno come te che usa iTunes e l’ultimo sulla faccia della terra che puo’ mettersi su un piedistallo …”
      Cosa c’entra scusa -.-
      Io stesso userei volentieri writer perché lo reputo un buon programma, certo non lo andrei ad installare a tutte le persone a cui rimetto a posto il pc e tanto meno pagherei persone per farlo al posto mio

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Vai alla barra degli strumenti