Menu Chiudi

Compiz 0.9. Nuovo. Fiammante. In C++. Inutile.

Marco Persinger (prima di lui Alessandro) ha puntualmente riportato in SocialBox (grazie!) la notizia del rilascio di Compiz 0.9.0, l’ultima versione disponibile nel ramo instabile1.
L’elenco dei cambiamenti per la 0.9.0 è abbastanza corposo e siete, credo, quasi moralmente obbligati a leggerlo tutto, per capire il gran lavoro inutile che tuttora viene portato avanti per puro diletto dall’esiguo gruppo di sviluppatori rimasti. Ricorderete infatti che David Reveman, l’autore originale di Compiz, unico a poter dare al progetto una parvenza di utilità, è stato ingoiato dalla Balena o qualcosa del genere.
Tra i cambiamenti c’è la riscrittura delle API in C++, una migliorata integrazione con KDE, le basi per poter in futuro utilizzare Compiz senza composizione2, la ovvia riscrittura dei plugin per sfruttare le nuove API, altre riscritture sparse, eccetera. L’unica cosa che non troverete nella lista dei cambiamenti è una menzione del senso di tenere ancora in vita il progetto, ormai da anni definitivamente trombato sia da KDE che da GNOME.

Note all'articolo

  1. L’ultima stabile al momento della scrittura è la versione 0.8.6 []
  2. Un po’ come la freddura del fornaio senza forno, insomma []

201 commenti

  1. TeoLinuX

    Perchè trombato da gnome? ok KDE che ha kwin….
    io ogni tanto lo uso (Compiz su Gnome) e non mi dispiace affatto…

          • Giulio Guzzinati

            In effetti avevo sentito dire che potesse esistere una cosa simile.
            Ma sento anche parlare di numeri ritardatari al lotto, i rimedi magici di nonna ebe, etc. etc…
            Non avendolo mai visto non è che posso credere a tutto quello che sento :D
            Cosa fa di bello? Come si attiva? Mi date anche qualche link?

          • PD

            Risposta veloce:
            $ gconftool-2 –toggle /apps/metacity/general/compositing_manager
            e anche:
            $ gconftool-2 –type=string –set /apps/metacity/general/action_double_click_titlebar “toggle_shade”
            per avere le finestre sfumate

  2. Barra Greenbitweb

    ragazzi esiste mutter che su gnome3, unity e su tutti i parenti vari renderà inutile compiz…..

    • Nedanfor

      Ubuntu 10.04 usa F-Spot che verrà ampiamente fatto fuori da Shotwell (a partire dalla 10.10). Così come Empathy ha fatto fuori Pidgin, così come l’IconTray morirà, così come XSane è stato fatto fuori in favore da un certo ‘Simple Scan’ nel silenzio più totale. Arriverà anche il giorno di Compiz, immagino, e sarebbe veramente molto meglio se si lavorasse all’integrazione una volta tanto.

    • Giulio Guzzinati

      No, quelli sono per fan dell’ultra minimalismo e leggerezza, che è il contrario esatto dell’onanismo pieno di features tra l’inutile e il dannoso di Compiz.

      • Federico Rampazzo

        Non per forza.
        Una volta avevo un desktop openbox + xcompmgr e ti assicuro che a volte mi sarebbe piaciuto avere qualche effetto di compiz
        il progetto di compiz può continuare come standalone
        così come ha senso di esistere fluxbox, ha senso di esistere anche compiz

  3. borzo

    bello questo astio ingiustificato, prima era inutile quanto ora quindi non vedo perche’ prima era ok parlarne bene e ora no.

    • Marco Persinger

      la situazione è diversa da quella di un tempo. e anche le opinioni possono cambiare: in fondo il sofware libero segue le leggi darwiniane: quello che meglio si adatta sopravvive.. e si moltiplica. compiz era in questa posizione, ma ha preferito restare, in linea sommaria, tale e quale a quello di qualche anno fa, non rivoluzionando più nulla. forse questa riscrittura porterà nuove cose, spero non sia, come già ho detto in socialbox, troppo tardi anche per recuperare.

  4. Dude

    @federico
    ‘un ch’ha er menu. E quello in GTK me fa schifo.
    Uso OpenBoxe, e nun me manca gnente.
    :D

    • Nedanfor

      Sì, o almeno fino alla 10.04 (anche se dubito che possa venire rimosso a partire dalla 10.10). È un progetto lungo e travagliato: frutto di scissioni, tradimenti, lotte all’ultimo sangue, “Sono tuo padre, Luke” e riappacificazioni.

  5. Mick

    sinceramente anche io non capisco tutto questo astio nei confronti di compiz; se un giorno vorrai illuminarci…

      • Mick

        si, ma ciò non toglie che ci sia dell’astio abbastanza immotivato.
        Un conto è che si critichino le scelte sia gestionali sia di scrittura di codice, magari motivando (come dici tu anche se già fatto in passato); tutt’altra cosa è dire che è inutile, a priori, senza possibilità di riscatto.
        Questo è puro astio nei confronti di un progetto libero, open source e del lavoro, anche inutile se così vogliamo dire, di sviluppatori che scrivono codice anche sviluppando un progetto di stampo “onanistico” come veniva definito da felipe qualche tempo fa.
        Il punto è che finchè sono liberi di farlo e finchè ci sarà qualcuno libero di usarlo, non vedo perchè andare contro dicendo solo un inutile “Inutile.”.
        I miei 2 cent.
        Il punto

  6. Anon

    Saranno inutili le finestre gelatinose, effetti strambi e cazzate simili, ma sinceramente non vivo senza exposé e il plugin grid. Il fatto che supporti i plugin è cosa buona e giusta.

  7. Shiba

    Finalmente si muovono per poter disattivare la composizione! È semplicemente cretino dover cambiare window manager quando hai bisogno di alte prestazioni video.

  8. Giulio Guzzinati

    Che se salvo KDE e GNOME, fanno i minimali “il compositing non lo vogliamo” come XFCE e LXDE (più che giustamente, sarebbe folle mettere compositing in quella fascia).
    Poi KDE ha detto: Compiz? No grazie, mettiamo effetti 3D in KWin!
    E tutti i fan di GNOME a dire che KDE sprecava forze in modo inutile, che erano folli, ah, gli sforzi duplicati, bla bla bla.
    Poi la gente si è accorta, nei duri tempi passati, che in effetti senza Compiz in mezzo, la sospensione dei portatili andava meglio (per dire una cosa tra tante).
    Intanto Compiz maturava, e diventava lo stabile giocattolino che tutti conosciamo.
    Poi GNOME ha detto: Compiz? No grazie! Già che Intel ha sviluppato Mutter per usarlo in Moblin, noi lo prendiamo perché è più meglio e ci risulta più integrato.
    E i fan di KDE sogghignavano.
    Da GNOME 3 ho dubbi sarà persino possibile cambiare window manager dato che gnome shell è un plugin per Mutter. Aspettando di capire che fine farà GNOME nella bagarre Ubuntu-RedHat, dato che considerando l’attuale posizione di Ubuntu non è detto che la Shell sfondi, Mutter è frattanto già finito, se ho ben capito, anche in Unity.
    E17, attraverso Ecomorph, probabilmente userà Compiz, per chi vuole, ancora per un po’, ma anche li le cose si muovono e per e18 (hahahahahahahaha) svilupperanno un loro sistema di compositing.
    Utilità di Compiz a questo punto? Probabilmente scarsina, dato che alla fine risulta un progetto con troppi frizzi e lazzi per gli amanti dei WM stand alone.

    • Barra Greenbitweb

      Già, Mutter è in Unity, ho aggiornato ieri il mio netbook e ho visto un pò di novità soprattutto sulla barra superiore con un primo accenno di global menu che però non funziona come un global menu 8-|.
      A parte questo: clutter c’è ed è un gran bel pezzo di software. Mutter è stato sviluppato “come giocattolo” del principale sviluppatore di Metacity e ad un certo punto si sono resi conto che su molte macchine è anche più performante di Metacity stesso (grazie all’accelerazione opengl di buona parte delle operazioni). La stabilità di Clutter, Mutter ecc è MOSTRUOSA già da tempo e (forse il punto più importante per la comunità gnome) non si deve dipendere da gente che ha dimostrato molte difficoltà nel pianificare e mantenere una roadmap ben definita.
      E18? quello sarà probabilmente il primo DE ad essere usato come strumento di sviluppo per un videogioco: Duke nukem forever…..

    • guiodic

      Dubito che qualcuno userà davvero gnome shell almeno per le prossime 4 release.
      Ubuntu non la userà e dato il lavoro fatto sugli indicatori potrei affermare con un po’ di azzardo che non la userà mai.
      Poi qualcuno mi dovrà anche spiegare a che mazza serve zeitgeist senza integrazione in nautilus (fatta da terze parti, ridicolo)
      A volte passo per uno che difende l’open source a priori, bè stavolta posso dire che Gnome 3 (nel senso delle novità come zeitgeist e gnome shell) è inutile e rischia di convincere la gente a passare a kde4.
      Quelli di Gnome dovrebbero comprendere che se ti manda aff… la prima distro per diffusione, che da sola probabilmente conta il 70% degli utenti GNOME, vuol dire che hai fatto una cavolata grossa come un grattacielo.
      Faranno pure gnome-shell, alla fine non se ne accorgerà *nessuno* se Ubuntu non la userà.
      Altro che compiz che non ho mai trovato inutile, anzi.

      • Santiago

        il problema però è che neanche Kubuntu è portata avanti con molto impegno o volontà di Canonical. Quindi qui non si sta pensando all’integrazione per un cazzo, Ubuntu sta facendo una sorta di fork di gnome, e a pensarci bene hai pure ragione che non useranno shell. Useranno Compiz? non credo, per lo meno non cercheranno di integrarlo, si dovrà integrare da solo come tanti altri progetti.

  9. GNAM

    Il cubo di Compiz è ciò che ha fatto appassionare molta gente a Linux, non dimentichiamolo.
    Oggi, è vero, Compiz è superato.
    Non me ne importa un cubo di questa versione,
    tuttavia saremo sempre grati a Compiz per quello che ha fatto.

    • andrebask

      sono d’accordo, e spero che Mutter abbia lo “scala finestre” perchè non posso vivere senza…

    • nameless

      Quoto in pieno. Non capisco sinceramente, in molti commenti, questo astio (e un pizzico di ignoranza) nei confronti di Compiz.
      Posso testimoniare di aver visto con i miei occhi, dal lontano 2006, molta gente migrare a Linux (in maniera stabile ed ancora oggi lo utilizza) proprio dopo aver visto Compiz e i suoi effetti.
      L’apparenza conta e come se conta (Apple docet).
      Grazie Compiz!

      • Barra Greenbitweb

        Il 99% di questi utenti sono poi tornati a windows con l’uscita di windows 7…..
        Il Cubo (ed altri effetti come fiamme, pioggia, nebbie varie ecc) non hanno portato grandi vantaggi alla comunità linux. Expose ed altri effetti sarebbero stati utili se non fosse per i problemi nel “gestire la fama” che ci sono stati all’interno del progetto.
        Il successo di Apple non è dato solo dal “look” ma anche dal fatto che è in grado di creare tecnologie SEMPLICI da usare.

        • d4n1x

          Semplice all’effettivo o semplice perchè lo dicono loro? a casa mia semplice è quando una cosa riesco a capire come funziona nel giro dei primi 10/15 secondi al massimo 1/2 minuti… OSX non è semplice basta ripetere gli slogan della Apple. Forse è semplice per un utente che lo usa tutti i giorni da anni, ma per me che lo uso una volta ogni morte di papa non è semplice, come non è semplice per i 99% delle persone che non lo ha mai usato… Fai la prova prendi un utente windows mettilo davanti a un MAC e poi mi dici cosa riesca a fare oltre che ad aprire firefox o safari se sono già sulla dock (ovviamente non deve essere aiutato)…
          Detto ciò torno in tema e dico… Io uso KDE ho sempre sostenuto che Kwin con i suoi effetti fosse meglio, ammetto anche che compiz è “morto” ma a differenza di altri che sputano nel piatto dove mangiano o dove hanno mangiato io dico che compiz al suo tempo era il massimo, se non ci fossero stati progetti come compiz e beryl oggi non avremmo Kwin con effetti e altre menate….
          Per il ritorno a windows 7 ti chiedo ma lo hai mai usato? non ha nessun effetto in più di Vista… Blur delle finestre, aggancio sui lati (nuovo rispetto a svista) del desktop delle finestre, e esposizione per il cambio di finestra fatta ad elenco…. non sono minimamente comparabili… Gli effetti che abbiamo noi su linux se li sognano su windows e anche su OSX che tanto vogliono fare i superiori i fichi e quelli sempre all’avanguardia.

          • Barra Greenbitweb

            OSX è semplice perchè se prendi un’immagine da un programma e la trascini sull’altro questa viene importata. E’ semplice perchè fa 1000 cose in modo “stupido”, magari le fa peggio di linux ma le fa senza pannelli pieni di opzioni. E’ semplice perchè supporta 4 periferiche in tutto ma quelle 4 vanno subito, basta 1 click per farle andare.
            Cos’altro dovrebbe fare la user interface di un sistema operativo oltre a quello che già hai detto tu?
            Se poi dici che 7 non ha nulla in più di Vista sei forse tu che non lo hai mai usato…. La nuova barra inferiore è geniale (anche se programmi come live messenger mi sembrano male integrati….) e conosco persone che hanno installato (rigorosamente pirata) 7 solo per fare i fighi con quella…..

          • TeoLinuX

            Boh. A me win7 (che ho originale sul notebook, sic) fa proprio schifo.
            Cioè… è un windows che funziona, tutto qua, ma non riesco ad abituarmici, non lo trovo molto scattante e inoltre la barra mi fa pena… preferisco 8000 volte la AWN dock!!! pur con i suoi 1000 bug.
            e cmq… dockbar piu cubo per le mie esigenze sono il max della produttività!

          • guiodic

            OSX è semplice perchè se prendi un’immagine da un programma e la trascini sull’altro questa viene importata.

            Io questo lo faccio già dai tempi di Windows 95.
            Capisco che tutto fa brodo per una ditta che ti vende il multitasking come l’innovazione del secolo.

          • d4n1x

            A si bello hai detto bene ci girano 4 pezzi di hardware, quindi quando vado al negozio e devo comprare un mouse mi tocca sta attento che il mac lo riconosce se no me lo do in faccia? e questa è semplicità di utilizzo? no questa è complessità… E’ talmente semplice il mac che una mia amica ieri sera stava bestemmiando perchè non riusciva a capire come si metteva la musica nell’ipod, mi ci sono dovuto mettere io a dirgli passo passo come fare seguendo guide online (visto che io non ho e non ho mai avuto un ipod), ripeto prima di parlare di usabilità imparate cosa è perchè sparate cavolate a vanvera. Io lo ripeto per l’ultima volta un interfaccia è usabile (non lo dico io lo dicono i docenti universitari) quando ti ci metti davanti pensi a come si fa una cosa e si fa effettivamente in quel modo… Ovviamente se io voglio vedere le foto in una cartella penso che premendo sopra a una foto qualsiasi potrò andare sia avanti che indietro, e no che per vederle anche mezzo impossibilitato di andare avanti e indietro come dico io devo andare a premere un tasto con disegnato sopra un’occhio che si trova sulla barra superiore di una finestra che contiene delle immagini….
            Poi visto che vi piace ripetere gli slogan della Apple (manco vi pagasse) diciamo tutti in coro le cose della apple sono geniali sono iper usabili e chi non riesce ad usarle è scemo, cretino stupido ignorante e sopratutto uno che deve trovare un modo per criticare OSX…cattivoni non si fà….
            Ma insieme hai pc la apple fa anche il lavaggio del cervello?? a forse ho capito la prima volta che parte c’è una cosa del genere:

            durante la quale a intervalli regola appare una scritta “ama la apple”… Forse questa è una spiegazione logica del fanboysmo apple…
            Poi su linux e su windows non si deve clicckare niente per far andare le periferiche (salvo rari casi di installazione di driver)
            Poi la barra di sotto di seven… mha si è carina hanno aggiunto due funzioni amazza e cioè che l’anteprima sulla fisetra è cliccabile, che ti racchiude le istanze uguale su un’unica etichetta sulla quale rimanendo fermi sopra ti fa vedere tutte le anteprima…. cose che già esistevano sono state solo migliorate. E comunque per tua informazione ho windows7 da prima che uscisse sono stato uno di quelli che l’ha avuto beta dalla microsoft quindi mi sa che so bene come funziona (ho avuto anche vista in beta dalla microsoft)…

          • FK

            Quindi tutti i computer non sono usabili visto che a nessuno viene in mente di usare un mouse per interagire con degli oggetti?
            Continuando la tua analogia delle foto direi che mi verrebbe più naturale scorrere tra di esse sfogliandole… Fammi pensare chi produce computer con multitouch e supporta le gesture… Me ne viene in mente solo una.
            Poi vabbé per quanto riguarda l’hardware lascio perdere, ormai in qualsiasi sistema operativo va tutto subito quindi dire che c’è difficoltà nello scegliere è una cazzata

          • Federico Rampazzo

            Resto basito ogni volta che qualcuno sbandiera la famosa semplicità apple.
            Ho cominciato con un apple la mia avventura nel mondo dei computer ma non ho mai trovato l’interfaccia di cupertino più semplice di altre. Anzi.
            Di recente ho dovuto lavorare di nuovo su un mac e.. ogni 10 minuti ero sul terminale a scrivere un comando o su safari a cercare un hack perchè certe cose proprio non si possono fare.
            Dopo aver usato sistemi apple per un bel po di tempo ti accorgi di come tante piccole cose siano scomode – e il fatto di non avere una grande disponibilità di software non aiuta di certo..

          • FK

            “Gli effetti che abbiamo noi su linux se li sognano su windows e anche su OSX che tanto vogliono fare i superiori i fichi e quelli sempre all’avanguardia.”
            Certo che tu hai capito tutto di cosa vuole un utente…
            Poi puoi avere tutti gli effetti che vuoi ma senza vsync muovere le finestre farà sempre c****e

          • d4n1x

            A me il vsync funziona su tutti i PC che ho e non sono pochi e montano tutti shcede ATI… Poi se compiz continua a fare casini io non lo so perchè usando KDE uso gli effetti di Kwin di certo non mi metto ad usare compiz… Le finestre a me si muovono benissimo, e per giunta ho installato su una partizione secondaria archlinux e ho scoperto che alcuni scazzi video che ho su kubuntu e su ubuntu su arch non ci sono, nonostante usi la stessa versione di xorg la stessa versione dei driver ati e la stessa versione di KDE (unica cosa che cambia è il kernel che su arch è il 2.6.34)…

      • Simone

        Io sono uno di quelli… e dopo 5 minuti mi sono scocciato e ho tolto tutto. Sono diventato minimalista con XFCE. Poi mi sono rirotto e ho messo Kde (Kubuntu) e lo uso da 3 anni con svariate incazzature ma anche molte soddisfazioni. Faccio il programmatore e sto 9/10 ore al pc e ci faccio di tutto con soddisfazione.

  10. Leocor

    GNAM ha ragione: molte persone hanno pensato per la prima volta che linux sia cool grazie a compiz.
    Devo dire che alcuni plugin sono fenomenali e una volta abituati è difficile tornare indietro…. l’unica alternativa è passare a OSX.

        • Santiago

          Se solo la gente capisse che ubuntu non è l’unica distro al mondo ;)
          Sopra Giulio Guzzinati spiega come i ragazzi di kde si erano resi conto anni luce che conveniva fare kwin.

          • Marco Persinger

            però è anche vero che kwin ogni tanto sforza un po’ troppo la cpu, anche solo per le trasparenze e qualche movimento finestre. certo, il mio portatile è un catorcio (di tutto rispetto) ma almeno compiz non mi fa questi saliscendi prestazionali, devo ammetterlo.

          • Giulio Guzzinati

            Fammi indovinare… Hai un chip integrato NVidia, vero?
            Proprio come me…
            KWin usa alcune funzioni che NVidia non si è ancora decisa ad implementare nei driver, nonostante siano ovviamente supportate dall’hardware, quindi va a caricare sulla CPU.
            Che tristezza…

  11. Vortex

    Gnome attuale senza compiz fa pena….exposè e l’effetto scala per le finestre sono assolutamente indispensabili,del cubo o altro non mi interessa,ma compiz è assolutamente utile a gnome,altro che inutile.

      • Giulio Guzzinati

        Come voi. Nessuno qui ha detto, mi pare, di odiare Compiz.
        Abbiamo solo constatato che si spende troppo sforzo su un progetto praticamente senza futuro.
        Se ci si fosse limitati a mantenere Compiz e si fossero dedicate le stesse energie a fare altro, sarebbe stato meglio.
        Perchè se GNOME attuale fa pensa senza Compiz, in GNOME futuro non potrai metterlo nemmeno se vuoi, e questo perché GNOME stesso ha, come dice Felipe, trombato Compiz.
        Sotto KDE invece si può tuttora scegliere di usare Compiz, ma (quasi) nessuno lo fa perchè KWin è millemila volte più integrato e alla fine ha tutti gli effetti utili al caso.
        Qui gli oppositori di Compiz si sono limitati per lo più a prendere atto dello status quo.
        Mentre voi non leggete nemmeno le motivazioni che la gente adduce.
        Il punto non è l’utilità attuale di Compiz, il punto è che tra un anno sarà fuori da tutte le distribuzioni.
        E allora verrebbe da chiedersi a cosa serve dedicare tutto quel gran lavoro di riscrittura ad un progetto che sta per vedere l’abbandono dalla grande massa.
        Poi magari avrà vita florida come window manager stand alone, ma sparirà da tutti i grandi desktop.
        Ed questo non dipende da mio “astio” come definisci tu la capacità di leggere qualche notizia, o dall’ammooore dei suoi fan sfegatati. Dipende da scelte che sono in essere da tempo.

        • matt

          Abbiamo solo constatato che si spende troppo sforzo su un progetto praticamente senza futuro. Se ci si fosse limitati a mantenere Compiz e si fossero dedicate le stesse energie a fare altro, sarebbe stato meglio.
          Ancora con queste convinzioni idiote?
          Si chiama software libero, saranno ben liberi di scrivere quello che pare a loro come piace a loro. Questa libertà è concessa pure a chi si mette a scriversi software non libero, perché mai a loro non dovrebbe essere consentito?
          E poi basta con la storia di indirizzare le energie su altro. Se a me piace coltivare l’orto e vieni a dirmi che sono più utile se vado a sfamare i gatti randagi, ti guardo e ti dico di arrangiarti. Nel mio tempo libero faccio ciò che più mi serve/mi piace/mi dà soddisfazioni.
          Magari il mio orto non produrrà nulla, ma almeno ho impegnato il mio tempo in qualcosa in cui credevo e con le persone che volevo; e non sono andato dalle gattare a dir loro “quello che fate non serve a nulla, prima o poi moriranno tutti”

      • Giulio Guzzinati

        Gente che da aria alal bocca come voi. Nessuno qui ha detto, mi pare, di odiare Compiz.
        Abbiamo solo constatato che si spende troppo sforzo su un progetto praticamente senza futuro.
        Se ci si fosse limitati a mantenere Compiz e si fossero dedicate le stesse energie a fare altro, sarebbe stato meglio.
        Perchè se GNOME attuale fa pensa senza Compiz, in GNOME futuro non potrai metterlo nemmeno se vuoi, e questo perché GNOME stesso ha, come dice Felipe, trombato Compiz.
        Sotto KDE invece si può tuttora scegliere di usare Compiz, ma (quasi) nessuno lo fa perchè KWin è millemila volte più integrato e alla fine ha tutti gli effetti utili al caso.
        Qui gli oppositori di Compiz si sono limitati per lo più a prendere atto dello status quo.
        Mentre voi non leggete nemmeno le motivazioni che la gente adduce.
        Il punto non è l’utilità attuale di Compiz, il punto è che tra un anno sarà fuori da tutte le distribuzioni.
        E allora verrebbe da chiedersi a cosa serve dedicare tutto quel gran lavoro di riscrittura ad un progetto che sta per vedere l’abbandono dalla grande massa.
        Poi magari avrà vita florida come window manager stand alone, ma sparirà da tutti i grandi desktop.
        Ed questo non dipende da mio “astio” come definisci tu la capacità di leggere qualche notizia, o dall’ammooore dei suoi fan sfegatati. Dipende da scelte che sono in essere da tempo.

        • Vortex

          Fan sfegatati mi sembra esagerato,se leggi quanto ho scritto io mi riferivo allo stato attuale delle cose e ora come ora non potrei fare a meno di compiz…se lo levi a gnome 2.X sembra di tornare indietro di almeno 10 anni,che poi il 3 non lo adotterà più ecc.. per ora non mi riguarda,mi porrò il problema poi casomai (e se in gnome3 non ci saranno più certe comodità come exposè o scala semplicemente passo a kde).
          Compiz ha contribuito in maniera significativa a migliorare l’usabilità e l’aspetto del desktop e dimenticarsene tanto in fretta perchè fra qualche mese nessuno lo userà più lo ritengo sbagliato fan o non fan.

  12. monolite

    Premettendo che alle volte l’abito fa il monaco:) compiz ha avuto il merito di ravvivare l’ambiente desktop avvicinando ormai qualche annetto fa, parecchie persone al mondo linux…
    Non nascondo che avere un desktop più vivo e pieno di animazione abbia avuto su di me una spinta maggiore ad imparare ad usare linux (quante litigate per avere l’accelerazione 3d attiva con la mia vecchia radeon ai tempi):)..ormai lo uso da un paio di annetti, avendo fatto migrazioni varie tra le varie distribuzioni, amando arch, poi debian, kubuntu,fedora, ubuntu, per ritornare in pianta stabile su Kubuntu con il proprio compositing attivo, kwin:) Chissà perchè ancora viene un po’ snobbato kde nelle sue ultime incarnazioni…è un ambiente produttivo, ordinato e sensato…con uno sviluppo fantasioso perchè ancora sa immaginare ed osare qualcosina con buon senso non dimenticando da dove si viene.
    Compiz alla fine della fiera è un buon progetto che però dovrebbe migrare all’interno di altri colossi…perchè sviluppare un qualcosa che ormai verrà incluso in tutte le varie distribuzioni in modo autonomo…
    Consiglio: menti di compiz andate ad aiutare gli sviluppatori di gnome o kde:)

  13. Fabrizio Cinti

    E’ vero che Compiz ai tempi suoi ha trainato molta gente verso Linux, era sbalorditivo vedere il desktop trasformarsi in un cubo rotante. Un po’ rimpiango l’eccitazione che traspariva dall’ambiente linux del 2006, quando Canonical aveva saputo creare aspettative enormi, e vedere il desktop che si trasformava in un cubo lasciava presagire chissà cosa per il futuro. Personalmente considero anche Pollycoke un po’ un “figlio” di questa epoca -concedetemi il termine- di grande entusiasmo e aspettative.
    Poi è andata come è andata: Linux in definitiva è davvero esploso, ma nel settore mobile. Ed il meglio deve ancora venire tra Android, Meego e Moblin.
    Personalmente ritengo che gli anni di minacce di Microsoft, la questione SCO, gli accordi segreti con Novell, centinaia di milioni di dollari che MS ha depositato alla Apache Foundation ed altre organizzazioni… hanno portato la comunità a non intaccare il core business di MS (anche Apple, a ben pensarci, tralascia parecchio il settore del PC aziendale e si concentra sull’home entertrainment, quando anni fa i loro computer servivano quasi esclusivamente per determinati settori aziendali).
    Comunque, alla salute della fervida eccitazione che ha Compiz saputo regalare alla comunità, ed alla strada che ha tracciato!

    • GNAM

      > Personalmente ritengo che gli anni di minacce di Microsoft, la questione SCO, gli accordi segreti con Novell, centinaia di milioni di dollari che MS ha depositato alla Apache Foundation ed altre organizzazioni… hanno portato la comunità a non intaccare il core business di MS
      E’ sempre colpa degli altri, vero?

  14. Mourinho

    Ma soprattutto, per qualche minkia di motivo chi sviluppa un software deve essere trattato così di merda? Cosa ha fatto di male? Porta avanti il suo personalissimo progetto, non lo paga nessuno e lui non pretende nulla da nessuno. Tutti felici dell’OpenSource e del software libero e poi devo leggere cose del genere. Per quali motivi dovrebbero chiudere il progetto? Per quale motivo si dovrebbe chiedere a dei programmatori “beh, già c’è quel software, perché ne fai un altro?”. Capisco che il 90% della gente che ha scritto qui, autore dell’articolo compreso, non ha mai scritto un semplice print “Hello World!” ma…non vado avanti che è meglio….

    • Barra Greenbitweb

      non mi sembra che ci sia un attacco in forza al progetto. Stiamo solo constatando come per limiti NON TECNICI il progetto abbia intrapreso una via che lo porterà a un notevole ridimensionamento….

    • bLax

      mah penso sia una critica nei confronti della “gestione” del progetto, in effetti se non sono riusciti a tessere dei rapporti a lungo termine con i principali DE, in un periodo d’oro quando tutti volevano compiz, non ha molto senso una riscrittura totale del lavoro, perchè questo non guadagnerà in appeal
      insomma tanto lavoro inutile….
      peccato però, a me exposè torna molto utile e il wobbling delle finestre crea dipedenza……non riesco piu a vedere questi quadratoni fissi :)
      speriamo che integrino un po di materiale di compiz in mutter/clutter

  15. VinzLos

    È la conferma. Il vero Felipe l’hanno portato via gli alieni.
    Non concordo affatto su……………………………………………………………… NULLA
    -C++ renderà il codice più modificabile
    -Compiz continuerà ad esistere almeno finché Metacity compositing continuerà a fare così schifo e considerato che Ubuntu non è così interessata a GNOME Shell, Compiz rimarrà in Ubuntu ancora per un bel po’

    • Barra Greenbitweb

      Come già detto più volte gnome-shell e mutter sono 2 progetti ben diversi…..
      Già ora unity/ubuntu light installano mutter come windows manager predefinito. Metacity resterà ancora a lungo (x dispositivi di fascia bassa e soluzioni basate su ARM mi sa) ma Mutter offre molto di più di Compiz!

  16. Santiago

    Compiz è stato uno dei principali motivi per cui mi sono avvicinato al mondo Gnu/linux. Poi ho smesso di usarlo, ma è grazie a compiz se io ho voluto installare Ubuntu (e anche questo ho smesso di usare). Fatto sta che non è inutile. Se non lo utilizzeranno cosi tanto in futuro è perché c’è un’alternativa, ma gli effetti a volte migliorano l’usabilità, e qui sono utilissimi.

  17. luca

    L’utilità di Compiz? E’ come mettere dei brillocchi su un cacciavite…
    bello sarà pure bello.. ma non vado in giro a sbandierare ne il cacciavite ne il desktop. :)
    grid ed expose potrebbero essere le uniche funzionalità degne di nota (2 su 100) che aiutano a lavorare.. per il resto fuffa che rallenta X.

      • Barra Greenbitweb

        Perchè GTK3 contengono anche Clutter, clutter è usato da Mutter per il compositing e gnome-shell è 100% basato su Clutter.
        Non penso che sia facile riprodurre gli effetti di gnome-shell su Compiz….

    • keb2551

      ^.. per il resto fuffa che rallenta X.
      L’unica fuffa qui è quella contenuta nel tuo post.
      Compiz è inutile superfluo velleitario? Benissimo: benvenuto nel mondo dell’Open Source, dove ogni sviluppatore con il suo tempo e i suoi soldi ci fa quel cazzo che gli pare.
      E dove chi spende soldi tempo e energie per portare avanti un progretto merita sempre e comunque rispetto.

      • Barra Greenbitweb

        Non capisco dove stia il problema….
        Se invento delle gomme per automobili quadrate e la gente mi dice che non servono a nulla non mi offendono affatto. La riscrittura di compiz è utile al’opensource quando una granita al polo nord….

        • andy

          forse volevi dire “quanto una grattachecca al polo nord”
          perchè chi ha assaggiato una vera granita siciliana dovrebbe sapere che anche gli eschimesi si leccherebbero i baffi con una granita al limone (ma anche caffè e panna, gelsi …), perchè non basta il ghiaccio x fare una buona granita :-)

          • Barra Greenbitweb

            un motivo in più per cercare di trovare il tempo per farmi qualche gg di ferie quest’estate e magari venire da quelle parti…..

          • Giulio Guzzinati

            Si, ma se vai al polo nord, e gli presenti una granita libera e un piatto fumante di zuppa proprietaria, credo che persino io prenderei la zuppa.

  18. luca

    @keb255
    magari nel mondo opensource ci sei appena arrivato tu… non ho detto nulla riguardo gli sviluppatori (leggi bene) e come dici anche tu meritano rispetto per condividere quello che creano (quindi anche io)…
    ma.. e leggi bene… non è detto che quello che abbiano sviluppato sia utile per me, per te e per la casalinga di Voghera.
    le tue generalizzazioni superficiali sul opensource servono a poco.. il computer è uno strumento.. non un sopramobile.. le animazioni non mi aiutano a finire prima il lavoro.

  19. felipe

    @o-mio-dio-sono-sconvolo-quanto-astio:
    Gente, non c’è alcun astio nei confronti di Compiz… Come accidenti potrebbe essercene, se penso ai tempi in cui ci divertivamo a seguirne lo sviluppo serrato dei primi mesi. Compiz è un progetto a cui sono molto affezionato, semmai. Detto questo, adesso più che mai Compiz è totalmente inutile, ma tecnicamente lo è sempre stato e lo sarà sempre:
    1 – È sempre stato inutile e mal funzionante per gli sviluppatori GNOME e KDE (abbondano recensioni acidissime da parte di sviluppatori dei due desktop), anche quando a me divertiva usarlo e seguirlo;
    2 – Nessuno dei due desktop ha fatto la benché minima millimetrica mossa per venire incontro a Compiz (e a ragione, secondo me): KDE ha l’ottimo KWin, GNOME ha metacity. Ubuntu mette Compiz nel suo GNOME, degradando ad esempio mostruosamente le prestazioni di pc vecchiotti con il LiveCD)
    3 – Nessuno dei due desktop ha piani remoti o nemmeno il più piccolo accenno di discussione riguardo a Compiz. KDE continuerà ad avere l’ottimo KWin, GNOME ha una situazione un po’ più ingarbugliata (non è questa la sede) ma non avrà nulla a che vedere con Compiz.
    Nessuno stupido astio in stile maria-de-filippi da parte mia, solo la costatazione che “così vanno le cose, così devono andare” (cit) :)
    A quei due/tre a cui interessa fare schiuma dalla bocca, consiglierei di fare dell’esercizio fisico e respirare aria buona, nel frattempo io e il 99,9% dei pollycokers sgranocchiamo popcorn e continuiamo a seguire i cambiamenti del panorama :)

      • Giulio Guzzinati

        La cit mi piace un sacco, ma Mastro Lindo Ferretti mi da più fastidio ogni volta che lo vedo/sento. O io sto diventando allergico, o lui si è definitivamente bevuto il cervello.
        O entrambi!

    • PD

      Nessun astio, ci mancherebbe, anzi devo dire che ultimamente Compiz è migliorato parecchio.
      Ma a mio avviso il problema è che Compiz, nonostante tutti gli effetti grafici spettacolari, è decisamente scarsino come WM.
      E questo, secondo me, è il motivo principale per cui sia KDE che GNOME non l’hanno mai presto seriamente in considerazione.
      Se un WM non vale niente come WM, allora non vale niente in generale, questo è il problema.

    • guiodic

      Prendi atto che Ubuntu non ha nessun piano per includere gnome-shell.
      Da ciò deduciamo che il fallimento è gnome-shell.
      Parliamo di questo *galattico* fallimento, non di compiz che tanto continuerà a funzionare lo stesso.
      (ah, detto molto francamente se c’è qualcosa di malfunzionante … be’ a me viene in mente kwin :) )

      • Giulio Guzzinati

        Adesso mi fai un bel piacere.
        Rileggi tutti i tuoi commenti, poi prendi un gessetto e vai a scrivere mille volta alla lavagna
        “GNOME-Shell non è un window manager”
        Sorpresa! GNOME-shell non è un window manager, e…
        Sorpresa! Canonical ha già abbracciato il window manager di GNOME 3, ossia Mutter, nel progetto Unity, per il quale Compiz non è nemmeno stato considerato per un minuto.
        Indovina un po’? L’interfaccia di Unity condivide buona parte del codice con GNOME-Shell, perchè anche se hanno idee diverse dalla direzione che Red Hat sta imponendo a GNOME “upstream”, ma non sono così tonni da distaccarsi tanto da dovere mantenere tutto da soli.
        Compiz verrà trombato a tempo di record, anche da Ubuntu. Scommettiamo?
        Su KWin malfunzionante… LOL
        No, davvero. LOL

        • matt

          Funzionante kWin è funzionante, ma devo dire che il feeling che mi lascia è pessimo. Le finestre gommose sembrano fatte con la gomma cinese e le ho disabilitate. Il cubo rotante è pessimo e dopo averlo provato un attimo l’ho disabilitato. L’effetto exposè non ha una transizione soffice come invece ha compiz, ma l’ho tenuto lo stesso, anche se è deconcentrante. La cosa per me più utile in un window manager è l’abbassare la finestra cliccando con la rotella del mouse sulla barra del titolo e ora non è più l’azione di default (poco male, si può configurare, ma in tutti i WM che ho usato su linux quella era l’azione di default. Non so quanti usino il tabbing delle finestre su kde).

      • Darkat

        a parte che ti hanno risposto al post, ma ci teveno a precisare una cosa: Kwin è uno di quei progetti di KDE che gli sviluppatori(e utenti?) di gnome guardano sbavando e irritandosi perché il relativo progetto nel loro DE non riesce a procedere a quella velocità e con quei risultati…quindi ti si può dare un’unica risposta alla tua affermazione su kwin che ti è già stata data: LOL

  20. pollanza

    ma stiamo scherzando? inutile compiz? magari per qualcuno che non riesce ad impostare i plugin e a farsi il desktop personalizzato alla perfezione! io ho sempre pensato che compiz sia una delle cose più utili in assoluto! kde invece ha una gestione della configurazione degli effetti veramente penosa e confusionaria!

  21. Vortex

    “KDE ha l’ottimo KWin, GNOME ha metacity.”
    Il problema sta tutto qui felipe ^^,finchè la risposta di gnome a compiz sarà quella ciofeca di metacity ubuntu fa benissimo a usarlo.
    Ora vedremo con gnome3…se mai avrò un qualcosa di lontanamente simile alla potenza di kwin,compiz resterà un lontano ricordo,ma fino ad allora per me è indispensabile.

    • PD

      Mi piacerebbe davvero sapere, dall’alto della vostra sapienza, che cosa non va esattamente in metacity.
      Non funziona bene? Non è compatibile agli standard EWMH/ICCCM? Solleva finestre a c***o di cane? Crasha? Boh…
      Se poi ti aspetti che un WM ti cucini gli spaghetti, forse posso anche capire… forse…

        • PD

          Continuo a non capire. Tra Compiz, scarso come WM ma non tanti effetti grafici e Metacity, con effetti di base e perfetto come WM, secondo te quale dei due è più usabile?

          • Vortex

            Come ho già detto e ripeto lavorando con una media di 30-40 finestre aperte su desktop spiegami tu come si possa fare a meno di effetti come exposè e scala finestre…ora io capisco che per molti non sono assolutamente indispensabili,ma per il sottoscritto non è così….dovessi usare solamente metacity senza compiz mi sembrerebbe di tornare a usare un sistema vecchio di almeno 10 anni.

  22. obo

    compiz come “gioco” da bimbiminkia possiamo pure evitarcelo.
    sarebbe bello avere un compiz serio che degli effetti utili che aumentino l’usabilità del sistema (vedi mac e anche windows7)

  23. Barra Greenbitweb

    Domanda: chi ha provato Mutter al posto di Metacity? basta installarlo (io uso quello del ppa di gnome-shell testing) e lanciarlo da termianle (mutter –replace & exit).
    Non è patchato da Canonical e si vedono tanti piccoli dettagli giu di posto, però funziona decisamente bene!

    • Vortex

      Ha exposè,grid e scale?A mutter basterebbe prendere questi 3 effetti da compiz per rendere felici tutti,me per primo…ma se ancora non ha nulla di tutto ciò e dista anni luce da kwin non vedo perchè dovrei usarlo.

      • Barra Greenbitweb

        Mai provato gnome-shell? Expose è integrato di default nel DE
        Grid lo trovo abbastanza inutile, scale non ho capito quale plugin è (sono anni che ho rinunciato a compiz, penso da quando gnome-do è diventato stabile).

        • Vortex

          gnome shell così com’è oggi non mi piace,aspetto la versione definitiva e poi valuto…scale è lo scala finestre e siccome io ne una media di 20-30 aperte su desktop quando lavoro non usare compiz con exposè e scala sarebbe un suicidio.

          • Barra Greenbitweb

            Ma scusa Expose gnome-shell ce l’ha.
            Scale non è l’effetto che fai con la rotella del topo?

  24. LorenzoC

    Quando un software esiste solo in funzione del divertimento e/o della soddisfazione di chi lo realizza, non si puo’ pretendere che abbia necessariamente una “utilita’” o uno “scopo” generale.
    Se capita, e’ solo per coincidenza. L’onanismo di Compiz pervade l’intero universo Open Source.

    • TeoLinuX

      io non sono uno dei realizzatori di Compiz, mi diverte parecchio.
      Ergo: ha uno scopo generale.
      Oppure: sono pervaso dall’onanismo di Compiz! E sono diventato un tutt’uno con il mondo opensource ;-)))

  25. User

    Questa mania di forkare i progetti è stata, è e sarà croce e delizia del mondo linux. Se da una parte lascia spazio a libertò e personalizzazione, dall’altro induce uno spreco enorme di risorse (umane soprattutto). Risorse che sarebbero ancora più fondamentali, visto il modello basato molto su volontari e donazioni (soprattutto per i progetti più piccoli). Alla fine, a parte qualche caso riguardante soprattutto i progetti più grandi, si ottengono tanti software diversi ma all’incirca equivalenti, ma nessuno completo e ben rifinito.

    • Barra Greenbitweb

      Non la vedo così.
      Prendi i progetti che vedono impegnato Seif. Con Sezen hanno forkato un progetto che ancora non ha una data di uscita. Hanno creato 2 differenti versioni, una python, l’altra Vala (e stranamente quella python è più agile e scattante!).
      Forkare per sperimentare è una cosa buona, è stato fatto per 1000 progetti validi (mi viene in mente Mutter, fork di Metacity nato anni fa per introdurre il supporto a Clutter) e funziona visto che se si condividono i passi avanti il lavoro diventa certamente più produttivo (è possibile sperimentare 2 differenti vie di sviluppo senza “pestarsi i piedi” e senza danneggiare il proggetto principale.
      Se il fork nasce dalla voglia di avere un progetto “tutto tuo” dove comandi, non devi risposte a nessuno e magari pretendi anche che la comunità stia ai tuoi comodi allora meglio che il Sig. sviluppatore torni a winzozz…..

  26. flux

    solito articolo per fare un po’ di flame vari… compiz mi funziona alla grande e lo uso con piacere, come fa ad essere trombato se usato di default dalla maggiore distro linux. Come tutte le cose, può essere personalizzato per poter utilizzare solo i plugin utili e che aumentano l’usabilità del sistema, non capisco tanto accanimento sinceramente

  27. Barra Greenbitweb

    Gente ricorciamoci solo che gnome-shell NON È gnome3 ma solo una parte di questo progetto.
    canonical probabilmente non implementerà di default gnome-shell, questo non significa che restaerà su gnome2, tutt’altro…..
    In ogni caso anche su ubuntu il gestore delle finestre predefinito presto diventerà Mutter (in unity lo è già) e in tutto questo Compiz resta cmq al palo….

  28. Barra Greenbitweb

    “Io questo lo faccio già dai tempi di Windows 95.
    Capisco che tutto fa brodo per una ditta che ti vende il multitasking come l’innovazione del secolo.”
    Si? Prova su linux….
    Prendi gimp, apri un’immagine e trascinala su openoffice….
    E ancora: prova a modificare un’immagine su gimp, vedi se la modifica viene aggiornata in tempo reale su oOo….

    • Dass

      spero che non succeda mai, non vorrei mai che mi si modificassero i file di openoffice a mia insaputa solo perchè settimane dopo averli fatti, vado a usare in qualche altra maniera la stessa immagine…

      • Dass

        mi correggo, le immagini in openoffice si possono inserire in entrambi i modi
        o le inserisci e diventano integrate al file, e poi dell’immagine puoi farne quel che vuoi
        o le inserisci come collegamento come fosse una pagina web, e allora modificando o eliminando l’immagine cambia anche il file openoffice

    • guiodic

      Hai scelto proprio l’esempio sbagliato ROTFL, a parte che non puoi proprio trascinarle le immagini da gimp, se invece lo fai ad esempio dal file manager funziona e si aggiorna se cambi l’immagine.
      Ma si può? ma almeno controlla prima no?

    • Darkat

      beh quella non è proprio la definizione di multitasking…quello di cui parli tu è l’interoperabilità tra le applicazioni, che è una cosa molto differente dal multitasking, e a cui ad esempio il team di kde sta lavorando da anni ormai, e che permette con dei solidi pilastri di arrivare a fare cose molto più eccezionali di spostare un immagine da un programma ad un altro

  29. {PoIsOn

    Ma sono l’unico che usa con soddisfazione compiz, e che ci trova pure diversi elementi ergonomici? Non riesco a lavorare senza!

    • guiodic

      Tutti usano compiz con soddisfazione, ora siccome Felipe ha fatto la sparata i Felipe-fan per dimostrare che non sono ignoranti tentano di sfoggiare la loro sapienza infusa sostenendo che compiz è “inutile, obsoleto, non integrato, bla bla bla”.

      • Raffaele

        Non sono d’accordo
        I novizi dell’open source sono affascinati dagli slogan e dalle belle parole; col tempo si scontrano con i problemi pratici che derivano dalla totale assenza di organizzazione e direzione, e sentono il bisogno di una guida. La “colpa” di compiz sarebbe quella di sprecare risorse già scarse, critica mossa sempre più spesso da Pollycoke. L’evoluzione di Felipe coincide con quella di tanti utenti, ecco perchè si trovano molti commenti dello stesso segno, non è mera emulazione
        E’ difficile convivere con il grande paradosso dell’open per cui il risultato finale è sempre molto distante da quello potenziale
        Tornando a Compiz, è innegabile che da un pezzo FUNZIONA ed è BELLO. E’ pure palese che si tratta di un sw assolutamente INUTILE (nonostante quello di cui alcuni si sono/sono stati convinti). Ed è un peccato che si siano spese così tante energie per un programma sulla via del tramonto. Tutte queste sono evidenze e il post di Felipe deve essere preso solo come uno sfogo della frustrazione di cui sopra, perchè con ENNE ore di lavoro “buttate per compiz” si potevano migliorare gnome-shell, firefox, XYZ, ecc
        Ma così non si tiene conto che gli sviluppatori sono volontari, quindi queste “risorse” non si possono mobilitare a piacimento come all’interno di una grande azienda di vetro
        In pratica questo post è uno sfogo :D

        • guiodic

          I novizi dell’open source sono affascinati dagli slogan e dalle belle parole; col tempo si scontrano con i problemi pratici che derivano dalla totale assenza di organizzazione e direzione, e sentono il bisogno di una guida.

          Annamo bene….

  30. Frafra

    Dopo essermi letto tutta la pagina, vorrei semplicemente congratularmi con le persone che rispiegano il significato del post di felipe e riassumono situazione attuale ogni volta che viene fuori l’ennesimo commento “a me compiz piace, perché siete così cattivi con lui?”. Io al quarto commento di questo tipo, avrei deposto le armi :D
    Non mi pare sia complesso da capire che se se KDE 4 non lo usa, e Gnome 3 non lo userà… Rischia di diventare poco utile (rispetto a un tempo) :)

    • guiodic

      E io per l’ennesima volta ripeto che la maggiore distribuzione, quella che raccoglie almeno il 70% degli utenti gnome, *non* userà gnome 3 e in particolare proprio l’elemento che impedirebbe l’uso di compiz che probabilmente non verrà *mai* incluso né nella prossima né nelle future release.
      Cosa significa? fai un po’ tu.

          • Giulio Guzzinati

            Ha già risposto su gnome-shell nella 10.10…
            E chi di voi può escludere che non finisca in ubuntu nel 2011?
            Perché mi sembra strano investire per _metà_ della tua esperienza su utente su nuove e promettenti tecnologie che intendi ignorare…

          • Giulio Guzzinati

            Peraltro…
            Quelli di oneopensource tendono ad essere un po’ spannometrici, ed in effetti c’è una certa ambiguità. Ma se ti vai a rileggere l’intervista:
            QUESTION: Will Gnome Shell be in default Maverick? If so, what will happen with Gnome Shell and Compiz? Will Compiz still work by default? If not, will there be an easy way to use Compiz?
            “The current release schedule puts Gnome Shell out of bounds for Maverick, but it will be packaged and available from universe. We’d encourage people to try it, and it would be great if someone put together a daily build PPA so folks who are very interested could track development and help fix bugs. It’s very interesting work, and there are important new technologies, and lots of things to consider, the more folks use it and think about it, the better our decisions will be for 11.04”
            Quindi fondamentalmente il concetto di base è: gnome-shell è il futuro, ma non ve la buttiamo sui piedi da subito. Prima la facciamo testare da un po’ di gente, la ubuntizziamo dietro le quinte, e poi la presentiamo al mondo.
            Quando Kubuntu 8.04 (sembra di parlare di preistoria) non incluse KDE4 nessuno andò in giro a dire che KDE4 era una merda e che Kubuntu aveva intenzione di trombare KDE4 e di restare al 3. Ma ti pare?
            Come, è proprio quello che è successo?? Ah già, hai ragione!
            E se hai ben notato, si sbagliavano anche…

          • Vortex

            A parte il fatto che di articoli come quello ne trovi a decine con google,io non ho mai detto che gnome-shell sia una merda,semplicemente non mi piace.
            Credo che Shuttleworth prenda tempo perchè manco lui è del tutto convinto di gnome-shell e probabilmente,come peraltro si avanzava su questo blog,ha in mente qualcos’altro per ubuntu (basta vedere che sta succedendo con la versione netbook)…vedremo,intanto per quasi un anno anche se ti dispiace mi terrò compiz e ci sarà compiz….:P

          • guiodic

            vediamo… gnome fa un interfaccia basata su clutter e uuntu ne fa una diversa sempre basata su clutter per i netbook…
            gnome introduce gnome-shell e ubuntu non la adotta
            gnome sostituisce i pannelli con gnome-shell, ubuntu chiede l’inclusione di libindicate in gnome e gnome gli fa la pernacchia, di tutta risposta Marco nostro li sfancula e continua a farsi i suoi indicatori….
            Non ci vedi nulla sul futuro?
            Documentati caro, documentati :D

          • telperion

            Ma gnome shell è in javascript?
            A me fa davvero ridere,
            ormai manca solo il LOGO nei linguaggi usati da gnome.
            REPEAT 4 [FD 50 RT 90]
            :D

          • Giulio Guzzinati

            @Vortex
            tu non hai mai detto che gnome-shell è una merda. Vero. E a me non dispiace che tu tenga Compiz. Sulle macchine su cui uso GNOME c’è Compiz che funziona benissimo e che amo. Il mio punto è che qui troppa gente stia saltando a conclusioni frettolose. Secondo me Mark non ha intenzione di rifiutare gnome-shell. Abbraccerà mutter
            @Guiodic
            Io non ho ancora visto scritto da nessuna parte che Ubuntu non adotterà gnome-shell.
            Francamente tu stai dicendo che entro 6 mesi Mark Shuttleworth forkerà GNOME a brutto grugno. E poi dividerà le acque e farà attraversare il mar rosso al popolo di Ubuntu per fuggire dall’egitto di GNOME.
            Se Ubuntu ha, come sostieni tu, il 70% degli utenti GNOME (va anche bene, qualche settimana fa discutevo con qualcuno convinto che Ubuntu avesse l’80% degli utenti GNU/Linux) non ha il 70% degli sviluppatori ne del fatturato del mondo GNOME.
            Non penso che Ubuntu possa permettersi economicamente un fork delle proporzioni di cui tu parli. A Ubuntu, per quanta fiducia io possa avere nel giudizo del buon Mark, che stimo molto, manca un ancora un modello di business funzionante. Almeno per un pezzo, Ubuntu dovrà continuare ad usare uno GNOME che sia quasi identico a quello di Fedora.
            Magari creerà un’interfaccia propria basata su quelle librerie, ma si tratterà lo stesso al 95% degli stessi programmi basati sulle stesse librerie.
            Non vedo perché non possa integrare gli indicatori per il pannello in gnome-shell, ne perché i famosi windicator che funzionano con Metacity dovrebbero essere incompatibili con Mutter, praticamente identico salvo per il compositing.
            Non vedo nulla ancora che parli dell’assenza di Mutter da Ubuntu e del mantenimento di Compiz, che alla fine è il punto del post.
            Alla fine in KDE esistono, basate su libplasma, 3 shell diverse. E nessuno ha gridato al fork. Che in GNOME può succedere, ma non è ancora avvenuto.
            Oppure io mi sbaglio e tu hai ragione. Nel caso mi passi un link?
            Davvero non sto discutendo per il gusto di avere ragione, ma sulla base dell’idea che ho per quello che ho visto e letto. Magari tu sai cose che io non so. Falle sapere anche a me :)

          • guiodic

            @giulio guzzinati:
            che ubuntu voglia fare il “suo” gnome mi pare evidente, che poi il 90% sarà il gnome upstream questo non conta molto. Bastano poche cose a cambiare del tutto l’esperienza desktop.

          • Giulio Guzzinati

            @guiodic
            Tornando al punto del post di Felipe, penso di poter dire che il “suo” GNOME conterrà molto verosimilmente Mutter, perché la trovo l’unica scelta logica in termini di integrazione, coerenza, efficienza dello sviluppo etc. etc. e continuare con Compiz sarebbe poco sensato.
            Tutto una mia opinione, ovviamente, ma se è vero come penso lo sia, Compiz si avvia a perdere moltissimi utenti in poco tempo, fino a diventare una mirabolante tecnologia di nessuna rilevanza numerica come tutti gli altri WM stand alone.
            QED

          • guiodic

            perché la trovo l’unica scelta logica in termini di integrazione, coerenza, efficienza dello sviluppo etc. etc.

            Questo è bla bla bla… dovresti spiegare il perché, ma nn c’è alcun perché in quanto il ragionamento è infondato. Compiz è anni che funziona benissimo ed è integrato benissimo con gnome tanto che lo si attiva e configura da un’applet di gnome. C’è addirittura una libreria di GNOME che lo supporta, informati.

            Compiz si avvia a perdere moltissimi utenti in poco tempo, fino a diventare una mirabolante tecnologia di nessuna rilevanza numerica come tutti gli altri WM stand alone.

            Compiz si avvia ed essere quello che è sempre stato: il miglior sostituto del windows manager di default su GNOME (e a dirla tutta pure su KDE).
            Se mutter sostituirà metacity, l’utente “normale” terrà gli effetti cacca di mutter, il power user userà gli effetti fighi di compiz.
            E nessuno dei due userà gnome-shell :D

          • Giulio Guzzinati

            A te sta sul cazzo gnome-shell. E chi se ne frega.
            Tu continui a dirmi di informarmi, ma io ti ho chiesto qualche link e a te costa troppo passarmene un paio.
            E comunque probabilmente questa conversazione non ha senso di andare avanti, dal momento che ti rifiuti di ammettere l’ovvio, ossia che anche Ubuntu dovendo sviluppare un’interfaccia sta usando Mutter.
            E che se sviluppi una shell desktop come plugin di Mutter, come sono creati Ubuntu Unity e la gnome-shell che ti toglie il sonno la notte, non puoi togliere Mutter senza togliere barre barrette desktop e icone. E questo, o te lo fai andare bene, o cambi DE.
            È la “semplicità” di GNOME, infatti in KDE il WM lo puoi ancora cambiare tranquillamente. Ma in GNOME, siccome “less is more” ti tieni il WM che dicono loro.
            Se non sei di questo parere, forniscimi qualche link, perché quello che ho letto io mi porta ad avere le convinzioni che ti ho lungamente proposto.
            Se dobbiamo continuare a non ascoltarci questa conversazione non ha ragione di proseguire, temo, e possiamo semplicemente ritrovarci qui tra un annetto per vedere chi aveva ragione.

          • Barra Greenbitweb

            Da più parti si legge di come PROBABILMENTE (quasi di sicuro?) non si potrà avere gnome-shell senza mutter. CERTAMENTE non si avrà unity senza mutter.
            Clutter entrerà in gtk3.xxx (non 3.0) ma è già oggi è in gnome-libs (sempre x il ramo 3.0)
            Unity NON È un concorrente di gnome3. Al massimo lo è di gnome-shell, anche se, almeno per ora, hanno target differenti (sarebbe come dire che plasma-netbook è un concorrente di KDE….)
            Compiz è anni che funziona benissimo e continuerà a farlo su gnome2, esattamente come funzionavano benissimo i floppy, le videocassette, la fiat Duna (oddio quella no…).
            Le tecnologie cambiano, compiz anche riscritto è un progetto destinato al passato.

      • Frafra

        Cosa ha di male il mio post? Ho detto: “Non mi pare sia complesso da capire che se se KDE 4 non lo usa, e Gnome 3 non lo userà… Rischia di diventare poco utile (rispetto a un tempo) :)”
        Ho parlato di KDE 4 e Gnome 3. Non di Gnome-ubuntu-fork. E ho usato la parola “Rischia”. Non ho detto che Compiz è spazzatura e che nessuno lo userà.
        Che cosa significa? Che, come come il mio post evidenziava, si preferisce attaccare le persone che leggere attentamente cosa dicono :)

  31. aytin

    Faccio l’avvocato del diavolo :D
    Forse compiz è inutile, forse no.
    Ma se il problema, da quello che vedo nei commenti imho, è, in generale, la frammentazione dell’offerta, allora tanto vale ammazzare ogni DE diverso da Gnome o KDE.
    Meglio ancora. Estendiamo il ragionamento, capitalizziamo ogni sforzo ed eliminiamo ogni distribuzione lasciandone solo un paio.
    Esattamente quello che sostiene ogni detrattore di gnu/linux.
    Perché questo non viene fatto? Perché sembra ci siano tanti validi motivi per considerare inutile Compiz e non si trovino (o non si vogliano trovare) per tanti altri software per Gnu/linux che potrebbero benissimo trovarsi nella stessa condizione?
    La varietà è veramente un valore aggiunto?
    Non è una provocazione, vorrei proprio capire come mai il modello di ragionamento che viene fuori dall’articolo e dai commenti non possa essere applicato globalmente.

    • lola

      La varietà è veramente un valore aggiunto?
      Fare 10 volte la stessa cosa in modo diverso non è varietà è tafazzismo. ^_^
      Fare 10 cose diverse e permetterti di scegliere è varietà, ma se hai poche risorse rischia di essere finta varietà: varietà è poter scegliere tra alternative VALIDE. E sono meglio due cose fatte bene che 10 fatte male.
      Un esempio sotto linux di quest’ultima situazione sono per esempio i video editor… ce ne saranno 6 o 7… manco uno decente.

        • matt

          E da cosa deriva la convinzione che il numero di programmatori sia una costante e che i programmatori che si dedicano ad un progetto rubano risorse ad altri progetti?
          Mi sembra che tanti commentatori siano convinti di questo.

          • Barra Greenbitweb

            Dipende IMHO dal fatto che molti nomi sono nominati in più contesti. David Siegel mette il naso un pò ovunque ad esempio: da gnome-do a zeitgeist (e tutte le varianti: sezen, unity, gaj) passando per anajuta (o come si chiama) e molti altri progetti.
            Si dedicasse a una cosa sola FORSE concluderebbe di più.
            Per esperienza personale posso però dire che non è così. Se mi dedico a un progetto solo nel mio lavoro non concludo nulla. Spesso devo staccare, pensare ad altro e poi riavvicinarmi a quanto sto realizzando. A quel punto le cose mi sembrano diverse e spesso i problemi si sistemano da soli….
            Certo è che le giornate durano per tutti 24 ore e che tolta qualche ora per dormire, qualcun altra per cibo/igene personale ne restano un numero abbastanza ridotto da dedicare allo sviluppo, soprattutto se si ha la voglia di avere rapporti anche con qualcosa di più “soffice” di un personal computer :D

    • LorenzoC

      Il ragionamento e’ fallato in partenza.
      In teoria tutti gli sviluppatori del mondo dovrebbero trovarsi d’accordo sulla necessita’ di avere UN SOLO DE fatto bene invece che 10 fatti male e quindi coordinare gli sforzi in modo da massimizzare il rapporto tra risorse e risultati.
      In pratica ogni giorno uno sviluppatore si sveglia e pensa “questi DE non mi piacciono, ne faccio uno per conto mio”.
      Siccome non esiste nessuna autorita’ divina che puo’ scagliare un fulmine sullo sviluppatore eretico, succede che virtualmente ogni sviluppatore si fa il suo DE personale.
      Sostituisci “DE” con qualsiasi altra cosa. Ogni giorno si sveglia uno sviluppatore che pensa che e’ piu’ divertente farsi il suo progetto/ino piuttosto che faticare sul progetto di altri.
      Ovviamente questo discorso prende in considerazione solo il lato “community” di Linux, dove in sostanza “community” non significa “cooperazione” ma “spazio dove si puo’ litigare liberamente”.
      Se consideriamo invece le grandi entita’ nascoste e paganti che contribuiscono piu’ o meno dietro le quinte, queste in sostanza non hanno mai avuto motivo di prendere la leadership del movimento. Secondo me per il semplice motivo che non vedono un ritorno economico in una mossa cosi impegnativa.
      Rimangono RadHat, Novell e Canonical, che fanno il possibile per definire un proprio dominio ma devono fare i conti col fatto che in sostanza impacchettano il software di terzi e su quello non hanno alcun controllo. Al massimo Canonical puo’ decidere di modificare Gnome per come gli viene dato ma finisce li.

      • guiodic

        Se consideriamo invece le grandi entita’ nascoste e paganti che contribuiscono piu’ o meno dietro le quinte, queste in sostanza non hanno mai avuto motivo di prendere la leadership del movimento. Secondo me per il semplice motivo che non vedono un ritorno economico in una mossa cosi impegnativa.

        Non ho ben capito a chi ti riferisci, comunque se intendi Google non avrebbe ragione di farlo.

  32. PD

    1. Sono piuttosto divertito dai ridicoli commenti che leggo sulla *assoluta necessità* di avere 100000 finestre aperte sul proprio desktop, per cui compiz è l’unico strumento di salvezza, fatti da gente così impegnata che dal proprio computer guida tutti i satelliti artificiali intorno al pianeta.
    Ma regolatevi per la miseria… e al limite organizzate il vostro “lavoro” diversamente.
    2. Gnome Shell qui non c’entra una beata mazza. Che in futuro andiate ad usare GNOME Shell o Unity Launcher, userete *comunque* mutter, per cui il penoso compiz è *già* stato trombato, fatevene una ragione.
    Tra l’altro, mi piacerebbe sapere dove avete letto la panzana secondo cui non potete tenere entrambi istallati. Perché non soltanto sono entrambi plugin di mutter, ma anche pesantemente ancora in fase di sviluppo. Mi fa piacere sapere che avete la sfera di cristallo.

    • Vortex

      Regolatevi?e per chi?per fare un piacere a te?
      Credo che ognuno di noi sia libero di usare il desktop come gli pare e piace e se esistono degli effetti come scala ed exposè (che peraltro ci sono da una vita su mac,chissà perchè) non vedo proprio perchè dovrei farne a meno,visto che aumentano l’usabilità desktop.
      Programmando siti web io per forza di cose ho necessità di tenere aperte molte finestre (filezilla,svariati browser,gimp,editor e via dicendo),non mi organizzo “diversamente” solo perchè non dovrei usare compiz ma metacity….^^

      • PD

        > Regolatevi?e per chi?per fare un piacere a te?
        Fa’ come ti pare, ma almeno evita di uscirtene con frasi come “metacity è una ciofeca” solo perché non ha exposé o zoom.
        Perché tutto questo arriva al prezzo di finestre che impazziscono quando provano ad ingrandirsi più dello schermo, o che si sollevano senza diventare attive (!!!), spazi di lavoro che non corrispondono a quelli del DE, o programmi 3D come blender che si inchiodano o che fanno diventare il testo su emacs o vim illeggibile. E questi sono solo alcuni esempi.
        Sono davvero sbalordito che di fronte a questo casino continui a preferire compiz. Buon pro ti faccia.

        • PD

          Tra l’altro ti farà piacere sapere che exposé c’è già in mutter, e che zoom lo implementeranno senza dubbio, anche se più in là.

          • Vortex

            Al di là di cosa preferisco io credo sia un mio diritto usare o meno compiz non trovi?Anche esprimere opinioni su metacity è un mio diritto,così come è un tuo diritto dissentire per cui non vedo dove sta il problema.
            Tu continui a usare metacity,io compiz e viviamo felici.

    • Barra Greenbitweb

      1- Tutto deriva dal fatto che gli utenti linux si dividono in 2 categorie: quelli che ci lavorano e quelli che se lo menano al pc. Io faccio parte della prima categoria (in ufficio ho solo pc linux, naturalmente compresi un paio di server e vendo sistemi basati su di esso), gli altri hanno passato tanto di quel tempo a giocare con compiz che gli ricorda un pò la prima volta (da leggere con ironia :D)
      2- Gnome-shell e unity già ora possono convidere, non vedo perchè non debbano farlo in futuro. GDM in avvio mi permette di scegliere tra gnome normale, ubuntu netbook o ubuntu unity. Non sarà difficile metterci anche un gnome-shell!

    • guiodic

      Compiz penoso? se compiz è penoso Mutter è un cesso.
      Compiz funziona bene, è leggero, è configurabile, non ha configurazioni hard-coded.
      Cioè il contrario di mutter.
      Non so su quali basi tecniche tu parli.

      • PD

        Quindi secondo te mutter non funziona, è pesante e non è configurabile? Continui a confondere WM con un paio dei suoi plugin, che tra l’altro sono ancora in fase di sviluppo.
        Per di più è possibile estendere mutter anche col semplice JSON, quindi non vedo davvero cosa si possa pretendere di più.
        Se ti riferisci alla Shell, è chiaro che non può rimanere nello stato attuale, primo perché le customizzazioni si aggiungono alla fine, almeno nei progetti decenti, e poi perché dubito fortemente che andranno a buttare tutte le applet del pannello così allegramente.

  33. felipe

    Solo un semplice “richiamino” di questo commento: http://pollycoke.com/2010/07/04/compiz-0-9-nuovo-fiammante-in-c-inutile/#comment-26089
    * Non c’è alcun astio: uso Compiz da quando è nato e lo uso tuttora
    * Tecnicamente Compiz è sempre stato “inutile” e in effetti anche apertamente avversato sia da GNOME che da KDE.
    * Il mio inutile non è ovviamente “negazionista”, ma significa che tutto lo sforzo messo nel progetto non ha portato a molto.
    Grazie a tutti per la discussione civile! Vi voglio bene :D

    • PD

      Anch’io ribadisco che non provo nessun astio per compiz.
      Ed anch’io lo uso quando voglio impressionare gli amici (o le amiche ;) ) dicendo loro «ecco cosa si può fare con linux»
      Detto questo, devo anche aggiungere che a mio avviso non è possibile farne un uso produttivo ed intensivo (contrariamente a quanto qualcuno sta cercando di farmi credere) per i motivi già ampiamente esposti sopra, per cui sono solito ‘staccarlo’.
      Compiz ha commesso un errore madornale agli inizi del progetto, quando redhat consigliò loro di farlo diventare un plugin per metacity, già stabile ed affermato, e loro ignorarono completamente l’avviso (qualche utente fedora di vecchia data ricorderà dei pacchetti sperimentali di metacity)
      Ora le cose stanno andando nella direzione intuita anni fa da rh, quindi largo a mutter. Cosa volete farci? E’ la vita…

      • Barra Greenbitweb

        “Ed anch’io lo uso quando voglio impressionare le amiche ;) ”
        Funziona ??? :P
        Tornando IT: non ricordavo questi retroscena gossippari della tentata love story tra metacity e compiz. Immagino che l’appuntamneto al buio andò male (ma logico, a quei tempi si litigava già abbastanza in casa compiz…)

        • PD

          > Funziona ??? :P
          Beh, è un argomento come un altro per rompere il ghiaccio… poi devi lavorartele un po’ parlando d’altro ;)
          Tornando al gossip, in realtà non ci fu nessuna love story. Erano i primi tempi in cui redhat lavorava su AIGLX e gli occorreva un compositor, che ottennero miscelando quello che allora era un abbozzo di compiz con metacity.
          Provai i pacchetti sperimentali e il risultato non era male, ma purtroppo il progetto non andò da nessuna parte perché redhat avrebbe dovuto farsene completamente carico, dal momento i “compizziani” stavano lavorando ad un WM tutto nuovo. Peccato…

          • PD

            Rettifico: più che “compizziani” direi “novellisti”, dal momento che inizialmente era novell ad occuparsi dello sviluppo, quasi esclusivamente.

          • telperion

            Per la storia. Novell per far funzionare Compiz adottò XGL, RH invece AIGLX, e già li il mondo (tanto per cambiare) si “spacco” …
            AIGLX è tutt’ora il compositor manager integrato in xorg per accedere alle OpenGL con accelerazione HW.

    • guiodic

      Tecnicamente Compiz è sempre stato “inutile”

      Tecnicamente anche questo blog è inutile, come del resto il mio. Eppure esistono a a qualcuno piacciono.
      Tecnicamente, effetti come le anteprime delle finestre e l’expose, rendono il desktop più fruibile

      e in effetti anche apertamente avversato sia da GNOME che da KDE.

      Tecnicamente, con poche ragioni plausibili. Difatti non hanno saputo fare nulla di meglio.

      • nuovodna

        Da quanto emerge dalle tue frasi sembra che tu non abbia mai utilizzato kwin. Kwin non ha nulla da invidiare a compiz. E anche gli effetti che tu definisci tecnicamente utili (anteprime delle finestre e l’expose) sono implementati da anni in kwin.

        • guiodic

          Kwin non è fluido e leggero come compiz. Provo KDE4 ad ogni release da quando è uscito e purtroppo né sulle mie Intel né sulla mia singola nvidia (8200 mobile, molto lenta) posso paragonare il “piacere” di compiz con kwin. Non metto in dubbio la sua validità ma su hardware “base” la differenza si nota parecchio.
          Comunque sia, quegli effetti sono stati implementati in compiz prima di kwin.

          • Emanuele

            che richieda un hardware più recente non c’è dubbio (e che vada male sulla Intel anche, infatti ho preso un notebook con una Nvidia) però non puoi dire che fa cagare in quanto a funzionalità rispetto a Compiz.

          • Vortex

            Che poi mi chiedo…gli effetti exposè e scala sono talmente inutili che kwin li ha implementati fin da subito e apple li ha da una vita…tutti imbecilli?O forse nell’ambiente desktop attuale è difficile o poco concebile farne a meno?

          • PD

            Vortex, non hai capito il punto della questione.
            Compiz è prima di tutto un Window Manager, e come tale funziona MALE. Non perché i 15000 effetti speciali che ha siano inutili o brutti, ma perché le sue funzioni di base, cioè quelle da Window Manager, sono fatte MALE.

          • Vortex

            Già,invece a te è sempre tutto chiaro…^^
            Casomai sei tu a non aver capito che intendevo…non c’è bisogno che mi spieghi cosa sia compiz,semplicemente il mio ragionamento si riferiva ad altro ^^,ossia…oggi come oggi un ambiente desktop con gnome+metacity è al passo coi tempi?oppure necessita di compiz per una maggiore fruibilità?Siccome il discorsetto gnome-shell-mutter io lo vedo ancora lontano (almeno un anno),è bene mettersi d’accordo sul fatto che almeno fino ad allora,compiz,pur con tutti i suoi difetti è tutt’altro che inutile.

          • PD

            guiodic il tuo commento dimostra ampiamente quanto scritto sopra da Frafra:
            > Che cosa significa? Che, come come il mio post evidenziava,
            > si preferisce attaccare le persone che leggere attentamente cosa
            > dicono :)
            Se avessi perso 2 minuti del tuo tempo a leggere quanto ho esposto sopra non mi faresti questa domanda.

  34. Tanner

    Io son riuscito a passare full time a linux solo dopo esser riuscito a far andare Compiz nel lontano 2006.
    Quindi sono la testimonianza di chi ha visto coi propri occhi la gente switchare ai sistemi open ANCHE grazie alle leccornie grafiche.
    Ora lavoro in un negozio di informatica e vi informo che almeno 1 volta al mese riparo o installo un sistema linux, più precisamente Ubuntu e configuro SEMPRE, ripeto, SEMPRE compiz affinchè sia avviato con i plugin scala finestre ed exposè triggerati dai lati dello schermo con ritardo di 250 millisecondi, il che rende il desktop una figata persino per chi era abituato a giochicchiare con i Mac…
    Quindi voto contro allo sputare nel piatto dove s’è mangiato. Lunga vita a compiz, soprattutto se viene riscritto e ottimizzato al meglio.

  35. iced

    Quando leggo che qualcosa “è inutile” divento nervoso. Sarà che ho preso dal papà (e lui dal nonno) e a casa mia non si butta niente, perché prima o poi tornerà utile… con le dovute eccezioni! :-)
    Quando leggo che un progetto open source è inutile, divento nervoso e mi domando se si è capito cos’è l’open source. Se per “inutile” vogliamo in realtà scrivere: “un doppione”, “c’è di meglio”, “non si userà mai”, “non si usa più”, “non ha portato molto” :-) o altre cose simili, posso essere parzialmente d’accordo. Ma tutto questo è ben lontano dalla parola “inutile”.
    “Se Linux e GNU si sono diffusi è stato proprio grazie alla moltitudine di persone che hanno messo mano al codice sorgente, in tutti i suoi possibili utilizzi. Alcuni di questi si sono poi dimostrati vicoli ciechi, ma hanno permesso ad altri di imparare, oppure prendere in mano il progetto e proseguire da lì verso altre strade.”
    Questo io non lo chiamo “inutile”.

    • PD

      Fai delle considerazioni giuste, ed infatti non sono daccordo nel giudicare compiz “inutile”.
      Il codice degli effetti è ancora buono, scommetto che ci saranno dei porting su mutter ;)

  36. luca

    “Unity’s primary mechanism for window switching is Mutter’s Exposé-style window selector, which can be activated by clicking the Ubuntu logo in the top left-hand corner.”
    Anche Mutter avrà il suo fantastico e ‘utilissimo’ effetto Exposé (alt-tab no?)… cosa rimarrà di così indispensabile in Compiz e non presente in Mutter?
    le anteprime delle finestre?
    le animazioni?
    le ombre?
    lo zoom?
    … ah si il benchmark in fps!
    o gli ingranaggi animati dentro il cubo insieme ai pesci e la neve?
    :)

    • Barra Greenbitweb

      Ti sei dimenticato i FONDAMENTALI E UTILISSIMI effetti pioggia e fiamme (come si fa a non chiudere una finestra bruciandola? :D)….
      Già detto, ripetuto, scritto e reinterpretato in ogni salsa: massimo rispetto per compiz per aver portato il 3d sul desktop, per aver introdotto alcuni elementi SEMPLICEMENTE GENIALI.
      Pena per quegli sviluppatori che hanno trovato più “godimento” nel litigare tra di loro che nel cercare di costruirsi un futuro….. (questa sera mi girano i maroni quindi girate al largo :D:D)

  37. Mariux

    Sinceramente penso che l’eliminazione di Compiz senza l’introduzione perlomeno di un valido sostituto sia un vero e proprio crimine. Sebbene siano in molti a disattivare gli effetti grafici personalmente trovo che la produttività di Ubuntu sia estremamente potenziata da Compiz, vuoi per i plugin Cubo, Scala o Zoom. Dal momento che ormai non è assolutamente più esoso di risorse grafiche e che i processori di ultima (e penultima) generazione sono quasi tutti multi-core, sinceramente non capisco questo astio o odio per uno strumento molto più che utile come Compiz. Mutter, a mio modesto avviso, non è neanche lontanamente vicino ad essere pronto, almeno per il prossimo anno e mezzo, come Gnome 3. Spero che Ubuntu, come spesso ha fatto in passato, si affidi alla stabilità piuttosto che alla novità.

  38. Pingback:Compiz 0.9.2 + Ubuntu 10.10? Non proprio il massimo « bergslog

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Vai alla barra degli strumenti