Menu Chiudi

Garlach44 Galway 15.6" PRO portatile Linux – la recensione.

Conclusioni

Ho atteso prima di scrivere questo articolo, per essere sicuro di avere un tempo sufficiente a provare le varie potenzialità del Galway PRO. Dopo circa un mese di utilizzo posso dire di essere soddisfatto del prodotto, un giudizio che può essere sintetizzato in un classico schema:

  • I contro sono in sostanza piccole scocciature relative ai driver della trackpad e della scheda video, e per qualcuno la risoluzione dello schermo non troppo alta.
  • Venendo ai pro, citerei senza dubbio la grande potenza, la qualità delle plastiche e dell’assemblaggio, la silenziosità, l’aspetto professionale e molto gradevole, l’abbondanza di connessioni e ovviamente l’integrazione con Ubuntu, sia hardware sia come concetto.

Per quanto riguarda il driver della scheda video abbiamo appurato che basta poco per sistemare, inoltre le modifiche che ho effettuato io potrebbero essere fornite direttamente da Garlach44, che si è dimostrata molto recettiva da questo punto di vista. Per la trackpad, stando a quanto ho letto, reintegrare il supporto a synaptics nel driver dovrebbe essere semplice, in ogni caso non segnalo alcun problema nell’utilizzo. Rimane la risoluzione dello schermo che per qualcuno potrebbe essere un po’ bassa, in realtà è tutto abbastanza relativo all’uso che se ne fa: io mi trovo abbastanza a mio agio e con l’ormai prossimo Unity la situazione non può che migliorare.

Garlach44 Galway 15.6" PRO

L’immagine a dimensione intera è disponibile qui.
La potenza dell’hardware ne fa una macchina piuttosto versatile, mentre con un occhio alle connessioni attive (ce ne sono davvero tante) e al risparmio energetico si può ottenere una durata della batteria piuttosto sorprendente, nei miei corsi lo uso per guardare materiale multimediale per lezioni di alcune ore, con connessione wireless attiva, e non mi sono mai trovato senza carica. La vocazione è in effetti quella multimediale o di gioco (avendo titoli da giocare…) ma se siete alla ricerca di un ambiente di sviluppo non potrà che farvi comodo tutto l’arsenale di potenza, mentre per chi cerca una macchina da usare come ufficio mobile sarà contento di sapere che non c’è praticamente modo di farlo scaldare, mentre la rumorosità è davvero bassa.
Se avete ulteriori curiosità o impressioni da aggiungere, non esistate a prendere parte alla discussione. State certi che questo articolo verrà utilizzato come punto di contatto tra la comunità e Garlach44, che rivolgendosi a noi ha espresso la disponibilità a recepire suggerimenti e pareri per poter migliorare la sua offerta. Dopo tutto non capita tutti i giorni di poter discutere di un portatile Linux distribuito da un’azienda italiana, anzi è qualcosa solo fino a pochi anni fa era un miraggio irrealizzabile.

64 commenti

  1. BloggerUser1

    bello bello sto galway, mi stosempre più orientando verso garlach44…anche se forse mi frena ancora un pochino il prezzo…ma prendendo meno proccio e meno ram qualcosa di bello si risparmia…
    bella recensione… ;-)

    • AAAAATTTTTRRRRRREEEEEEEYYYYYYUUUUUUUUSSSSSSSSSS

      in effetti per quei soldi ti prendi il MBP base
      Intel Core i5 2,3GHz
      4GB a 1333MHz
      320GB a 5400 giri/min1
      Intel HD Graphics 3000
      hai meno HW, ma puoi girare OSX e Linux in dual boot che non è poco

      • Neff

        Mi piacciono i prodotti di Garlach e a dirla tutta 1000€ per un computer “con tutto” (peccato per la risoluzione!) e con ubuntu preconfigurato non sono poi moltissimi. Ciononostante bisogna dire che la migliore plastica di questo mondo non compete ad ogni modo con il case in alluminio unibody del MBP sul quale le mie dita godono ormai da un anno e mezzo (senza stancarsi e senza “annoiarsi”). Ciò che manca adesso sul mercato è un computer “premium” anche dal punto di vista della solidità, della durevolezza e della qualità dei materiali a livello dei portatili di Apple. Non è colpa di Garlach44, in realtà non si trovano ancora nemmeno PC windows che possano competere da questo punto di vista, però è un dato di fatto: nessuno al momento produce dei computer che abbiano la stessa qualità costruttiva, resistenza ed eleganza dei MBP, ed è un peccato!

        • davide

          in realtà è uscito da poco, ma già si trova nei negozi, il samsung 9 series, un portatile da 13” con specifiche tecniche di fascia medio-alta (a memoria, processore i5, 4gb ram, SSD da 128Gb), molto sottile e leggero (mi pare circa 1,3kg), che di base monta windows 7. sarebbe bello poterlo scegliere in partenza senza sistema operativo.. vabbè.. cosa interessante è proprio il case (dal design molto elegante) in duralluminio.. sicuramente sarebbe interessante da provare.. peccato per il prezzo, che si aggira intorno ai 1600€ :s

          • Skarn

            1.3 Kg mi pare un po’ poco, è il peso del macbook air
            Proprio un paio di giorni fa, per dissuadere un amico dall’acquisto di un MBP, mi sono trovato a configurare sul sito di Dell un Vostro da 13″.
            Mi è venuto fuori con specifiche nettamente superiori al MBP:
            stesso i7 2.7 GHz
            RAM 6GB contro 4GB
            Video Radeon 6470 da 512 contro Intel integrata
            hard disk 500GB da 7200RPM contro 5400RPM
            Batteria da 80Wh contro 64Wh
            USB 3.0 contro USB 2.0
            Bluetooth 3.0 contro Bluetooth 2.1
            Case in alluminio e lega di magnesio
            Più uscite ed entrate
            garanzia 3 anni contro 2
            Peso 2Kg circa, quasi identico
            Design non esaltante, ma con la possibilità di richiedere il case in alluminio anodizzato rosso o color ottone.
            http://www.dell.com/it/aziende/p/vostro-3350/pd?layoutvariation=MasterPageFileVariation2
            Prezzo 1250€ contro 1500€
            E posso dire che il supporto hardware che ho sotto Linux con il mio vecchio Dell Vostro 1500 è il metro di paragone su cui da sempre misuro tutti gli altri portatili che vedo.

          • davide

            ti confermo che sono 1,31 kg, almeno dai dati che si trovano in rete (ma pure sui volantini dei negozi, per dire) tieni conto che oltre la leggerezza del materiale c’è anche la dimensione (13″)
            comunque davvero molto interessante questo dell, specialmente in ambito professionale e per la possibilità di avere il case in alluminio/lega di magnesio
            Grazie del link!

          • Skarn

            Certo, ma sia il MBP che quello che ti ho linkato io pesano 7 etti in più.
            Il Samsung di cui parli è un portatile del peso del tanto sbandierato MacBook Air con le specifiche di un portatile di fascia medio/alta per cui direi i 1600€ siano più che giustificati!
            Quanto al Dell, io ho deciso da tempo di acquistare solo portatili di fascia aziendale. Saranno più brutti, ma a livello costruttivo non esiste paragone con i prodotti di fascia consumer. Vuoi mettere quel case in alluminio con la plasticaccia di un HP da supermercato, anche dello stesso prezzo?

        • djlooka

          > nessuno al momento produce dei computer che abbiano la stessa qualità costruttiva, resistenza ed eleganza dei MBP
          Le-no-vo Think-pad

          • Skarn

            Beh… Nel thinkpad qualità costruttiva e resistenza sono anche superiori, ma non lo definirei la macchina più chic sul mercato…

        • AAAAATTTTTRRRRRREEEEEEEYYYYYYUUUUUUUUSSSSSSSSSS

          @Neff
          verissimo quello che hai detto,
          ma per me il valore aggiunto del Mac è avere OSX in dual boot! :)

          • Federico Rampazzo

            Non mi piace mac ma non ho mai avuto problemi ad emularlo per necessità
            Volendo puoi anche installare un hackintosh, abbastanza facilmente (se hai il computer con il giusto hardware)

  2. Lorenzo Nonni

    felipe, è inquietante: la mia wifi casalinga ha lo stesso ssid della tua. Buttando l’occhio sull’immagine mi sono preoccupato un secondo…
    Scelto per l’anime, o per il regista? Io per il primo. :D

  3. Skarn

    È possibile richiedere la tastiera internazionale?
    Io l’ho provata sulla mia attuale macchina, e devo dire che mi trovo molto molto bene, non credo vorrei tornare a quella italiana…

    • felipe

      lspci | grep Wireless
      02:00.0 Network controller: Realtek Semiconductor Co., Ltd RTL8191SEvB Wireless LAN Controller (rev 10)

      • Max-B

        Grazie Felipe, aspettavo questa tua utile recensione!
        Mi sembra di capire che la scheda Nvidia non è l’unica a richiedere (eventualmente) driver proprietari. Anche la scheda Wi-Fi Realtek mi pare richieda firmware non liberi che in Ubuntu sono già inclusi nel kernel.
        (Vedi pacchetto firmware-realtek disponibile nei repo non-free di Debian)
        Se hai la possibilità mi piacerebbe sapere se la scheda wi-fi è rimpiazzabile ad esempio con una Atheros che dispone di driver liberi o se, come avviene nei portatili HP, il bios ti impedisce la sostituzione.
        Ciao e grazie: i tuoi articoli sono sempre interessanti e utilissimi!

  4. Ossk

    Non ha firewire… male =/
    Cerco qualcosa per lo studio, ma così come ci attacco la scheda audio?
    Criticizer Mode Off

    • felipe

      ovviamente variabile in base all’uso, in futuro mi sa che farò l’apposito test della suite Phoronix, nel frattempo gnome-power-manager a batteria al 100% di solito mi segna 3-4 ore a seconda del carico.

  5. Francesco Grossi

    Per me il punto critico è il monitor.. possibile che invece di progredire si torni indietro? Io col mio portatile vecchio 5 anni, con risoluzione 1280×800, già sto stretto coi pixel verticali!
    Possibile che solo la Apple faccia monitor decenti?

      • janlukemam1

        Vero! Ma su una diagonale da 11.6″, come hai giustamente fatto notare: una risoluzione più spinta sarebbe troppo, sia per le tasche che per gli occhi. :)
        Su un 15.6″, invece, si poteva fare molto di più a mio modesto avviso (già un 1600*900 sarebbe stato meglio, senza scomodare l’HD)! ;)

    • Cathan

      Verissimo, io ho un xps con 1680×1050 e si lavora benissimo.
      Tutta colpa di questa mania dell’hd, bastano 720p e tutti sono contenti.

  6. LucaTNT

    È macchina interessa, peccato per la risoluzione e la batteria da soli 5200 mAh.
    Se in futuro dovessi prendere un notebook non Apple, la scelta cadrebbe sicuramente su questo, abbinato ad un SSD.

    • felipe

      in realtà lo faccio ancora, solo che questa macchina è ancora in fase di sperimentazione e non ci ho portato i miei documenti personali: giusto il minimo indispensabile per quel che mi serve e un disco esterno per il resto.

  7. janlukemam1

    Faccio mie le osservazioni sul rapporto diagonale/risoluzione alla luce di una considerazione: una macchina configurata in questa maniera potrebbe essere benissimo una buona base di partenza per uno studio (musicale, grafico, porn… ;) ops!) semi-pro.
    Speriamo che i ragazzi alla Garlach44 tengano conto anche di questo per la prossima revision.
    ps: ma la FireWire? La schifano tutti, poverina… :(

  8. Tungsteno

    lo screenshot è molto invitante… al momento io vado avanti col mio laptop, ma se ne dovesse servire uno alla mia famiglia, ci penserò… :)

    • janlukemam1

      Non vorrei sparare una castroneria, ma mi pare di aver letto che solo la prossima generazione di chipset supporterà nativamente USB 3.0, e forse è per questo che stenta a vedersi in giro.

      • patrizio

        vero è che attualmente il controller non è integrato nel chipset, ma ci sono ormai da un paio di anni i controller di terze parti: primi tra tutti i nec

  9. Pingback:Garlach44 Galway 15.6″ PRO portatile Linux – la recensione. | Zarathustra3M

  10. frafra

    Per chi dice: ma perché non hanno messo una porta firewire? perché non hanno messo l’usb3? Faccio notare che c’è uno slot PC Card Express 54.

  11. AndreaM

    Io sarei più interessato all’impatto e all’utilità dell’hard disk ibrido. Per me quella è la vera novità scioccante ed è quella che mi attira parecchio verso questa marca…

      • AndreaM

        Certo, ma avere l’opinione di qualcuno che lo usa e l’autorevolezza di Felipe mi pare importante, prima di cacciar giù i soldi ^_^

        • janlukemam1

          Effettivamente di bench ne ho visti molti circa questi hard disk, e sembrano fantastici, ma poi non si sa mai quanto un buon bench si traduca in un buon comportamento dell’hardware in questione.
          Felipe? Che ne dici di una microrecensione delle tue su questo oggetto del desiderio? :)

          • felipe

            AndreaM e Gianluca
            Ok, ho già scritto che il disco è in effetti veloce, date un occhio al test hdparm-read. Appena possibile farò qualche test più approfondito, magari con la prossima Ubuntu, ma il miglior modo di apprezzare questi HDD/SSD è utilizzarli e non fare test, dal momento che i 4GB di memoria flash vengono utilizzati per i file con più alta priorità.
            Nel frattempo ho segnalato la recensione di CNET che mi sembra una fonte abbastanza attendibile.

          • janlukemam1

            Ciao Felipe, infatti quello che intendevo dire è: “Di test e bench ce ne sono a iosa, ma quanto questa soluzione tecnologica (e la relativa maggiorazione di prezzo) impattano positivamente nell’uso quotidiano?”, a questa domanda solo un utente umano può rispondere (anche se soggettivamente, è l’altro piatto della bilancia). Tutto qui… :)

          • AndreaM

            Eh eh in effetti stiamo dicendo tutti la stessa cosa: aspettiamo l’opinione di chi lo usa quotidianamente e non di un test. Ok Felipe? ;-)

          • Andrea R

            il test da fare è: tempo di boot. tempo di avvio di applicazioni usate comunemente vs tempo di avvio di applicazioni usate raramente oppure stessa applicazione copiata in una diversa cartella.

  12. t03

    In effetti mi sembra che la risoluzione non sia un granché. Mi pare poi che non sia a LED, sbaglio?
    Inoltre, a parer mio nelle specifiche dovrebbero includere il peso (e con la batteria), ad es. nei Wicklow (13.3″)
    Per me Il vero punto dolente è però il prezzo che anche rispetto alle componenti mi pare un po’ alto.
    Il fatto che non abbia un SSD mi lascia pensare che tale tecnologia non sia ritenuta matura, sbaglio?

    • frafra

      La tecnologia è matura, ma i prezzi sono alti. Un disco fisso ti costa 40 volte meno di una ssd, a parità di spazio, per questo hanno usato una tecnologia ibrida, per permettere di avere buona velocità, buono spazio, e costi contenuti.
      Detto questo, io ho un portatile nel quale ho messo una ssd Corsair pagata 55€ da 32gb (che fa i 275 mb/s in lettura) e sono felicissimo (tra l’altro, usando la batteria 6 celle di default, ho una autonomia superiore alle 10 ore).

  13. Alessandro

    Ottima recensione, e ottimo prodotto. Purtroppo, per me che ho bisogno di usare parecchio eclipse ed inkscape, la risoluzione del monitor è insufficiente. Ci fosse almeno uno schermo da 1600 * 900 procederei all’acquisto.

    • Maurizio

      guarda bello tutto, davvero, anche per quanto riguarda il disco la soluzione ibrida mi sembra il massimo: nella parte SATA ci metti /home e nella SSD il resto (o vabbè te giochi un po’), e il PC ti vola…
      però cavolo, ci metterei 2-300 euro in più per uno schermo opaco a 1680×1050; ma così no, è come una Ferrari con i cerchioni da 15″ :D

      • Skarn

        Non hai capito. Il disco ibrido non sono due dischi in un solo box.
        È un disco tradizionale magnetico, con una sorta di “cache” contenuta in questo SSD, in cui l’HDD immagazzina una copia dei dati che gli chiedi più spesso.
        Non sei tu a decidere, è lui attraverso suoi oscuri algoritmi interni. E ci mette quello che gli pare a lui, ma sempre le cose che di volta in volta lui decide sono più importante. Se stai lavorando ad un progetto e lo modifichi 90 volte al giorno lui per velocità di accesso ne terrà presumibilmente una copia li, così come dei programmi che apri più spesso e delle loro configurazioni.
        Non è detto che velocizzi tanto l’avvio. Se ad esempio tu riavvii una volta la settimana come fanno in molti, quelli saranno file che leggi poco, e quindi il disco non terrà nel SSD.

  14. Luigi C.

    Scalda molto il Galway?
    Te lo chiedo perché l’ACER (tm 5730G) e l’HP (nc8430) che scaldano come due stufe, mentre il terzo HP con processore CELERON scalda niente (cpu temp:33° !!!)
    Ciao

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Vai alla barra degli strumenti