Menu Chiudi

Recensione della ROM Android MIUI 1.5.6

Update: aggiunte le schermate di Contatti, SMS e Telefono
Se avete un device Android e leggete pollycoke o i tanti siti che trattano di Android con quel meraviglioso linguaggio meticcio italiano/nerdese, siete sicuramente stati tentati di flashare una nuova ROM al posto della stock. Io mi sono spinto ben oltre la tentazione, avendo provato praticamente tutte le ROM cucinate dalla comunità.
In “Android visto da un pinguino curioso” e “Usare Android come una qualsiasi distribuzione Linux” ho già accennato che le principali ROM attualmente disponibili per il mio Nexus One sono: CyanogenMod, MoDaCo e MIUI, tratteggiandone brevemente le caratteristiche. Delle tre, quella che attualmente attira maggiormente la mia attenzione, per le interessanti funzionalità che offre è MIUI. Sfortunatamente però ho anche scoperto che è l’unica delle tre a non essere open source.

OMG WTF CLOSED SOURCE??!!1! :(((

Leviamoci subito il pensiero. Ho fatto l’amara scoperta che MIUI non è open source solo quando -dopo qualche giorno di utilizzo- ho cercato per verificare l’esistenza di eventuali derivate. Il team cinese ha pensato di tenere il completo controllo dello sviluppo della ROM e dunque di non rilasciare i sorgenti. Da quel che so, purtroppo non ci sono neanche piani per un’apertura in futuro, dunque non me la sento di consigliarla a cuor leggero.
Vi chiederete allora perché la sto usando, mi sembra più che legittimo visto che non la consiglio in quanto chiusa. Il motivo è che attualmente CyanogenMod per Nexus One è piena di gravi bug (che nel mio device si presentano tutti in fila), mentre MoDaCo ultimamente ha iniziato a darmi problemi insormontabili di connettività WiFi. Un utente normale si accontenterebbe di usare la ROM stock di Android e avrebbe tutto funzionante… io che non sono normale ho bisogno di tante piccole accortezze che di fatto migliorano l’esperienza utente, per cui non potendo usare le prime due mi ritrovo a installare MIUI, che funziona alla perfezione e che presenta una lunga lista di incredibili vantaggi e migliorie rispetto a tutte le ROM finora provate.
Va da sè che lo strato comune a tutte le ROM, Android, è sempre lo stesso ed è sempre open source, la parte chiusa di MIUI sono le modifiche alle applicazioni (qualcosa anche al sistema), il Launcher e le personalizzazioni grafiche, eticamente il concetto alla base sarebbe più o meno equivalente a quando installiamo applicazioni chiuse sul nostro Android. Poi a dirla tutta non mancano contributi di MIUI alla comunità, ad esempio MIUI ha fornito il codice della RadioFM a CyanogenMod (moduli kernel e librerie incluse) e sono stati rilasciati anche i sorgenti dell’app MIUI Weather, ecc. Uno ci prova (ritwittate!).
La motivazione per non rilasciare tutto è che non vogliono ROM derivate mal funzionanti e purtroppo in questo sono supportati dal fatto che a molti utenti sembra stare bene così. Del resto la chiusura del codice non è l’unico lato negativo…

Copia spudorata di iOS

Ecco. Qui sento già distintamente che state proprio rispolverando i forconi. Una ROM closed source che per di più imita in maniera spudorata di iOS, e io le dedico addirittura una recensione? …beh, . Del resto ho preferito mettere le mani avanti ed elencare i due aspetti che non ci piacciono, per poter apprezzare con più equilibrio i lati positivi.

Qui un video un po’ più vecchio, ma in cui si può vedere per bene il funzionamento della ROM, in particolare il Launcher e la gestione di widget (alzate il volume e cantate modulando vari ümlaut):

Non riesco proprio a decidermi su quale dei due video sia più sconcertante.
Ma finalmente, come promesso, ora veniamo alle note positive, che sono veramente abbondanti…

32 commenti

  1. Bl@ster

    No dai, performante proprio no. I menù di sistema da me vanno alla metà della fluidità che ha un menù della CM7 :P
    Comunque non c’è che da quotare tutto, hai fatto presente i problemi e le cose ottime.

  2. ruvido

    Mah, io la uso da parecchi mesi… parecchie note positive. Ma dire che e’ stabile!! AHAHA e’ una battuta…da una release alla’altra non riconosce piu’ gli mp3 tags (i.e. ho solo un artista: “Artista sconosciuto”). Detto questo. E’ la mia rom di default perche’ e’ funzionale e bella. Cyano provato e sovrascritta subito.

  3. white-rabbit

    Decisamente un ottima rom la MIUI, la usavo ancora in fase sperimentale sull’N1, ora passato al Nexus S ho prima installato ovviamente la cyanogen (primo amore, usata stabilmente sul mio HTC Magic) e ho notato che non è ai livelli della versione 6 per N1. Poi incuriosito dai mesi passati dall’ultima volta che avevo provato MIUI l’ho messa sul Nexus S e devo ancora toglierla.. Non cè niente da dire, è un passo avanti agli altri. Sono ben organizzati, lavorano bene, sviluppano bene… Solo il fatto di aver “riorganizzato” il menu delle impostazioni mettendo le loro impostazioni + quelle android standar in uno stesso menu è il top.. Se guardi cyanogen trovi il menu standard con dentro il menu cyanogen e il menu adw, e poi sparse qua e la nel menu standard alcune opzioni di cyanogen… Ci vuole tanto a fare una cosa unica?! e poi adw vale la metà del launcher di MIUI è inutile, in molte versioni di cyanogen è stato integrato un adw che non era stabile e rendeva instabile tutto il sistema… Di modaco non parlo nemmeno, grazie per aver ospitato il team miui in un momento di difficoltà ma le rom hanno poco di concreto..

  4. jj

    @felipe
    La versione froyo era di sicuro stabile e performante ma quella ginger… mmm.
    Per il resto hai fatto un’ ottima analisi, trovo questa rom superiore alle altre per usabilità e gusto, sfortunatamente dalle parti di cyanogen c’ è grande carenza di gusto e questo è un peccato.
    Trovo che questa rom abbia solamente due aspetti negativi, il problema è che sono due aspetti gravi, uno lo hai citato tu ed è il codice chiuso, il secondo è che si fatica a dialogare con gli sviluppatori, che sono cinesi (problemi di lingua) e che non sono molto interessati al resto del mondo.
    Quando si installano custom rom si fa un’ atto di fede verso gli sviluppatori, visto che virtualmente si mettono in mano loro i nostri dati più sensibili ed avere una qualche minima garanzia attraverso il codice aperto secondo me è essenziale.
    Nel tuo articolo:
    http://pollycoke.com/2011/04/06/usare-android-come-una-qualsiasi-distribuzione-linux/
    in un commento sollevai qualche perplessità sull’ attendibilità di alcune o tutte le custom rom ma forse non sei interessato all’ argomento visto che di risposte non ne ricevetti :-)

  5. valantin89

    Da quello che ho letto è basata proprio su cyanogenMOD quindi mi sembra strano che cyanogenMOD non vada bene e MIUI si, e ancor più strano che se hanno fixato i bug non abbiano condiviso i fix O.o
    Per il resto piace tanto anche a me, spero che quando comprerò finalmente un terminale Android (probabilmente optimus Black a breve) sia portato anche su questo….
    peccato non sia open, cercavo anche io i sorgenti qualche giorno fà

    • Matiee

      Sicuro? Dove l’hai letto?
      Non ricordo bene la fonte, ma ricordo di aver letto che è basata proprio su AOSP, non su un’altra ROM cucinata.

  6. Gino

    Tutto quanto hai detto é vero ma io non la proverò finché non uscirà una versione veramente stabile.
    Tanto piu che la cyanogen a me non da problemi.
    Se solo decidessero di rendere l’interfaccia più originale del simil-iphone credo che sarebbe di gran lunga piu amata da tutti e più di cyanogen.
    Poi una cosa che non mi va é che usano il lavoro di cyano ma poi non vogliono che qualcuno usi il loro,ecco questo non mi piace anche perché mi immagino se qualcuno con un po di buongusto mettesse le mani su quel codice depravato e lo rendesse estremamente erotico

  7. ercoppa

    Installato ieri la nightly 69 di CM7 sul mio N1 (avevo CM6, ho aspettato il momento giusto per aggiornare). Non ho riscontrato problemi. Appena puoi riprovala, direi che ora è accettabile.

  8. salvatore

    “Call wank”. Ecco che roba è! Ne sono (ero) affetto anche io sul mio vecchio Samsung Galaxy i7500 che ho appena venduto, con la rom GAOSP Froyo basata su quella di CyanoGen. E in effetti avevo questa specie di lag assurdo, oltre ad altri bug come la fotocamera che gira video alla cacchio di cane e così via.
    Ecco perché sull’Optimus One che ho ricevuto stamattina ho solo fatto una operazione per root e niente altro. Rimane Froyo 2.2 così com’è. Anche se vorrei avere comunque overclock e jit a disposizione, ma mi accontento. È veloce così com’è!

    • Gino

      Guarda che con l’optimus one c’è la optima lol rom che va una bomba e migliora il telefono di tanto senza riscontrare problemi di sorta.
      magari ci fosse per n1!

  9. aemme

    Sarebbe carino se i vendor si dimostrassero maggiormente permeabili all’apporto della comunità. Queste rom sono la dimostrazione che un team di volontari può migliorare gratuitamente una cosa solo per il gusto di farlo (e che, incoraggiato per gli sforzi, possa solo migliorare il proprio lavoro)

  10. MA come??

    Ma come si fanno a scrivere 3 pagine di un progetto completamente chiuso (derivato da un progetto OPEN) in un sito il cui sottotitolo è “Avventure di esseri umani nel meravglioso mondo del software libero”!!!
    Oltretutto la MIUI ha gli stessi BUG della cyanogen (essendo basata su di esso).

    • TeoLinuX

      Secondo me è la carota del governo imperialista cinese.
      ci mette dentro più backdoor della NSA…
      poi la prima volta che digiti TIBET, ti arriva a casa una squadra di swat cinesi che ti uccide il cane.
      Meglio facebook, loro sì che difendono la privacy dei miei dati!
      Seriamente: NO opensource, NO party.

  11. Omar

    Parlavamo ieri pomeriggio di Miui..e tu dopo un paio di ore tiri fuori dal cilindro questo post! +1
    sicuro che la roma abbia a2sd integrato? io non riesco a spostare le app(anche quelle di sistema) sulla mia sd come riuscivo a fare con la cyanogen.
    Se posso aggiungere qualcosa all’ottima recensione che hai fatto:
    -Gestione dei temi personalizzati: Con Miui è possibilie personalizzare ogni aspetto grafico, al contrario delle altre Rom, che per forza di cose devono appoggiarsi a launcher esterni. Aprendo infatti “Temi Personalizzati” troviamo una completissima galleria online, frutto del lavoro della comunity che gira intorno a Miui.
    E se vogliamo costruirci una Miui secondo le nostre esigenze estetiche, possiamo farlo modificando i singoli componenti della Rom(icone,animazioni di boot,stile lockscreen,caratteri,sfondi desktop…e mooolto altro).
    -Gestione delle chiamate: semplicemente ultra-pornografica. la migliore interfaccia telefonica che abbia usato in una rom.
    -Sistema notifiche per ogni tipo di programma
    Cosa non va sencondo me:
    -La batteria i primi giorni non durava più di 6 ore. Sicuramente un aspetto su cui il team Miui deve ancora migliorare. Ho risolto installando Juicedefender.
    -Un launcher explorer delle applicazioni installate. Anche io ho dovuto creare una cartella contenente le app, proprio come hai fatto tu.

  12. white-rabbit

    Non è detto che se cyanogen ha dei bug questi siano anche in MIUI, molti bug di cyanogen derivano dalle applicazioni che in MIUI sono diverse, molti bug di cyanogen derivano ad adw che in MIUI non c’è… :-)
    Torno a dire, se cyanogen avesse un menu delle impostazioni organizzato come in MIUI tornerei subito a cyanogen anche se ha qualche bug in piu.. :-) Senza considerare che cyanogen non gestisce direttamente la rom sul Nexus S.

  13. cynogendipendente

    Bell’articolo! Però io mi tengo stretta la mia Cyno, sul galaxOld portato al 2.x
    1) perchè è open
    2) perchè non assomiglia manco per il manico a ios.
    3) perchè mi calza a pennello e il call wonk per me sono 3-4 secondi. La soluzione è mettere una bella suoneria ;)
    Viva le personalizzazioni: http://www.youtube.com/watch?v=alW8ubd6hNI
    XD

  14. Dass

    siamo sicuri che tutte ste instabilità, smanettamenti, il fatto che è closed source… valgano la pena?
    ho provato vari launcher: si, molto belli, funzioni fighe, però poi c’è sempre qualche magagna… e sono tornato a sense.

  15. Stefano

    Concordo con i commenti precedenti (anche riguardo al macaco :p ).
    Non è una ROM open ed ha più bug di cyanogen, primo fra tutti il ritardo nel microfono quando si risponde ad una chiamata. Comunque questa ROM è contro la filosofia di Android e di Linux ed è insensato che un blog che parla di software libero(se è questo l’intento del blog perché ormai è il blog di te che te la tiri (senza offesa eh?)) ne parli così bene e così tanto.

  16. Ziopeppino

    Eh, il grande dilemma…è giusto sperare in una “via di mezzo” tra l’integralismo alla Stallman e il closed source stile Windows, ma usando queste Rom secondo me ci si sposta troppo verso il lato “Windows” e non va bene.
    Per bilanciare sarebbe corretto sponsorizzare anche i progetti Replicant (rom android completamente free software) e FDroid (“market” composto di sole applicazioni free software). Non funzionano? hanno i bug? e allora? non è forse proprio QUESTO lo spirito dell’opensource che ci accompagna da anni?? Lo spirito di collaborazione, il “grande bazaar”, in cui ognuno è libero di segnalare bug, modificare, aggiungere funzionalità al proprio software?? Non è una questione di fissazione, è che sedendoci in queste comodità si rischia di dimenticarci come è cominciato tutto ciò….

  17. felipe

    Qualche risposta sparsa:
    * io la trovo più stabile e funzionante di altre, non è detto che questo valga per tutti.
    * il fatto che si basi su Android AOSP/CM non significa che abbia i bug di CM.
    * performante l’ho scritto quasi solo per aggiungere l’ultima parola in italiondo :P
    * scherzi a parte, è vero che con la 2.3(.4) è sicuramente meno fluida che con Froyo.
    * ho dimenticato di aggiungere un paio di schermate di telefono/sms/contatti, ora rimedio.
    * lo spirito di Android è proprio quello di permettere derivate chiuse, come la Sense.
    * quando CyanogenMod riprenderà a funzionare sarà recensione assicurata ;)
    Grazie a tutti per gli spunti.

    • TeoLinuX

      Sulla oscena somiglianza con iOS, deve essere una malattia degli asiatici.
      Il mio Samsung Galaxy S , all’uscita dalla fabbrica (interfaccia touchwiz 3.0) è indistinguibile da iOS (e pure il terminale somiglia pericolosamente al 3GS)
      Non a caso Apple sta facendo una crociata legale contro Samsung.
      Ok, è una causa ridicola, ma ammettiamo che altrettanto ridicoli sono stati koerani a voler scimmiottare Apple , quando altri (HTC…) fanno interfacce originali e decisamente più belle (e con features che le rendono maggiormente usabili)

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Vai alla barra degli strumenti