Menu Chiudi

Ancora nuove bozze per GNOME Shell

Lo slittamento di GNOME 3 a marzo 2011 annunciato ieri è stato accompagnato da nuove bozze per GNOME Shell, come vedete nel breve video qui sopra, palesemente creato in laboratorio. Non mi soffermerò sui motivi per cui il video non mi dice niente e non mi sembra raffigurare qualcosa di particolarmente razionale o attraente, per il semplice fatto che tra qualche settimana potrebbero spuntare fuori altre bozze con altre idee più o meno sperimentali.
Lasciamoli dunque sperimentare ad libitum e aspettiamo nuovi annunci…

Michele Novaro incontra Mameli e insieme scrivono un pezzo tutt'ora in voga (cit)

GNOME OS!Mentre io aspettavo GNOME 3 …e ora anche GNOME 4! :)
Come puntualmente segnalato da nuovodna e altri in SocialBox (state continuando ad abbonarvi al feed RSS della SocialBox, bene!), LWN riporta una delle prime decisioni prese nel corso della GUADEC appena conclusa: il rilascio di GNOME 3 rimandato a Marzo 2011 in sostituzione della versione 2.34, dopo che in precedenza era già stato rimandato una prima volta a Settembre, per alcune insufficienze.

Utili Nokia a -40%. Symbian3 o MeeGo, ma muovetevi! [video]

nokiaLeggo la sconfortante notizia che gli utili di Nokia sarebbero a -40% e penso che in fin dei conti il dato non mi sorprende.
Avevo infatti già previsto una situazione del genere non molto tempo fa in “Nokia lascia Symbian e passa a MeeGo “,  mentre ricapitolavo i passaggi principali che hanno portato Nokia dallo status di principale produttore di smarphone mondiale, al potenzialmente problematico stato attuale. Eppure la ricetta sembrerebbe così alla portata dell’azienda finlandese!
Immaginate la potenza finanziaria comunque non indifferente di Nokia, la sua meritata e diffusa fama di produttore di ottimi telefoni, la partnership con Intel, Symbian 3 e MeeGo (entrambi open source, il secondo basato su GNU/Linux). Tanto per per contestualizzare…

Appimage, figlio di Appdir, della tribù di ROX, AppBundle e Klik (par)

Gran parte delle infinite discussioni sulla gestione dei pacchetti si esaurisce nelle sterili guerre di religione tra i diversi sistemi antagonisti, ma le poche volte che si cerca di affrontare il discorso in maniera un po’ radicale viene fuori il dolorosissimo: “è perfetta così com’è“: negazione dell’intelletto umano e delle teorie evoluzionistiche tutte.
Per fortuna, anche dopo più di un decennio di utilizzo di “repository”, io non sono mai stato completamente assimilato e sono uno dei non molti veterani che riescono a porsi domande dalla prospettiva di un utente normale. Probabilmente perché tengo sempre presente che il funzionamento di Debian non è legato a leggi di natura e che invece dipende da scelte di design esposte alla fallacia umana e dunque perfettibili.
Come dicevo anche in “MacOSX visto da un pinguino curioso” e, la gestione tramite repository è comodissima per il software di sistema, dove mi auguro che resti sempre, ma mostra decisamente il fianco scoperto quando si tratta di applicazioni di terze parti. Appimage è – in ordine cronologico – l’ultima delle possibili soluzioni a questo problema.

Morti di fame …e di SEO

Torno da una settimana disconnessa dal mondo civile, dunque mi tocca fare lo slalom tra cartacce, incombenze, arretrati di varia entità e… sì, email spazzatura:

Sono tentato di rispondere come da titolo, ma non lo farò anche perché ultimamente ricevo sempre più email di questo genere, specialmente da sedicenti “esperti di SEO” dal nome ogni volta differente. Posso dirvi solo che siamo arrivati alla frutta? Ok l’ho già detto :)

Pausa godereccia a Salina (ME)

Praticamente è da quando “mi hanno rapito gli alieni” (pop) che non faccio più un viaggetto! Non che me ne sia stato fermo, ma i fine settimana fuori porta non li faccio contare perché altrimenti uno s’illude di fare una vita movimentata… quando poi non è così :)
Ad ogni modo, da domani e per una settimana abiterò una piccola casa, ma soprattutto le varie calette di Salina, nello stupendo arcipelago delle Eolie, qui in Sicilia. Sarà una vacanza all’insegna di immersioni, buon cibo e relax… Ho già visitato Lipari l’anno scorso, ma la più appartata Salina mi mancava, così se avete suggerimenti da darmi, sappiate che sono i benvenuti!
NB: ho pensato di fare un esperimento, impostare (solo durante la mia assenza) la SocialBox come homepage. Che ne pensate?

Zeitgeist in Nautilus Elementary, io ti benedico


Complimenti a Seif Lofty e Ammonkey (grazie nuovodna in SocialBox!). Micro-recensione: i filtri dovrebbero partire da dopo la sidebar, le spaziature sono acerbe, alcuni controlli troppo piccoli, altri troppo grandi… Ok, non è ancora perfetto dal punto di vista estetico ed ergonomico, ma tutti aspettiamo Zeitgeist + Nautilus. Forse con l’adozione da parte di Canonical, Nautilus Elementary potrebbe ambire ad uscire dallo status di giocattolino…
E trovarselo nella prossima Ubuntu non dispiacerebbe a nessuno!

Compiz 0.9. Nuovo. Fiammante. In C++. Inutile.

Marco Persinger (prima di lui Alessandro) ha puntualmente riportato in SocialBox (grazie!) la notizia del rilascio di Compiz 0.9.0, l’ultima versione disponibile nel ramo instabile.
L’elenco dei cambiamenti per la 0.9.0 è abbastanza corposo e siete, credo, quasi moralmente obbligati a leggerlo tutto, per capire il gran lavoro inutile che tuttora viene portato avanti per puro diletto dall’esiguo gruppo di sviluppatori rimasti. Ricorderete infatti che David Reveman, l’autore originale di Compiz, unico a poter dare al progetto una parvenza di utilità, è stato ingoiato dalla Balena o qualcosa del genere.
Tra i cambiamenti c’è la riscrittura delle API in C++, una migliorata integrazione con KDE, le basi per poter in futuro utilizzare Compiz senza composizione, la ovvia riscrittura dei plugin per sfruttare le nuove API, altre riscritture sparse, eccetera. L’unica cosa che non troverete nella lista dei cambiamenti è una menzione del senso di tenere ancora in vita il progetto, ormai da anni definitivamente trombato sia da KDE che da GNOME.

MiniTunes per Mac e Linux [7 tappi]

Flavio Tordini sta sviluppando due applicazioni che sento spesso nominare e che viene facile (almeno a me) confondere: Minitunes e Minitube.
Oggi, dopo aver letto la segnalazione di Marco in SocialBox (abbonatevi al Feed RSS!), mi è venuta voglia di provare la prima. Si tratta di un lettore musicale, disponibile per Mac e per Linux, del genere “semplice ma non troppo”. Il progetto è in stato di anteprima dimostrativa, dunque non ne date per scontata la stabilità e/o non affidategli in pasto le vostre preziose collezioni musicali.
Recitata la classica liberatoria devo però dire di non aver avuto alcun problema e di aver approfittato di quella che doveva essere una prova veloce, per fare una recensione preliminare. Ecco cosa fare per installare Minitunes, e anche le mie opinioni a riguardo.

GIMP 2.7.x e la cazzo di finestra singola™

GIMP 2.7 single windowScuseranno i lettori la vena turpiloque di questo titolo ma dopo tutta questa attesa è spontanea e, come vedrete, nemmeno immotivata…
Da quanto aspettate che GIMP abbia la tanto attesa, tradizionale, triste, prevedibile, comune ma sensata interfaccia a finestra singola, invece delle tre (minimo) piccole finestre con i vari attrezzi? Da… sempre praticamente.
Finalmente con le versioni instabili 2.7.* (adesso vedremo come provare la 2.7.3) è disponibile una modalità a finestra singola, proprio come vedete in foto. Ma per alcuni motivi attualmente la definisco una modalità a cazzo di finestra singola, appunto.

Vai alla barra degli strumenti